Max Mosley: "La F1 rischia il collasso"

Le dichiarazioni dell'ex presidente FIA sulle scuderie in difficoltà.

L'ex presidente della FIA lancia l'allarme sui problemi finanziari dei team maggiormente in difficoltà. Max Mosley, in una intervista ai microfoni della tv tedesca Dpa ha dichiarato: "Senza un accordo sulla ripartizione delle risorse la Formula 1 rischia il collasso" un problema a cui ha cercato anche di dare una soluzione: La F1 è alle prese con un vero problema e l'unico modo per affrontarlo è mettere tutti d'accordo su una più equa distribuzione delle risorse. Tutti i team devono sedersi intorno a un tavolo e ammettere che c'è un problema enorme: alcune squadre hanno molti soldi, ma la maggior parte no. E continuando così la Formula 1 avrà un crollo. Bisogna invitare tutti i team ad accettare un cambiamento".

Per Mosley la F1 è troppo costosa: "Il 95% della tecnologia impiegata non è visibile dall'esterno e viene addirittura tenuta segreta tra i team. La F1 è cambiata profondamente e, anche se lo ha fatto in un'ottica di miglioramento, credo si sia andati un po' troppo in là con lo sviluppo".

Per avere un futuro però occorre che tutte le scuderie siano d'accordo: ""Devono essere tutti d'accordo, non si può fare senza l'unanimità: si può raggiungere l'obiettivo se sarà chiaro a tutti che c'è un problema reale. Se una squadra ha cinque volte di più rispetto a un'altra è come se avesse un motore più grande e questo non è giusto dal punto di vista sportivo, le risorse vanno divise in parti uguali e poi il potere va ripartito differentemente: se è concentrato tutto nelle mani di una sola persona penso che ci sia un problema. Forse mi sbaglio, ma ho la sensazione che la FIA non sia nella sua abituale posizione di forza".

 

Se vuoi aggiornamenti su MAX MOSLEY: "LA F1 RISCHIA IL COLLASSO" inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Giovanni Mercadante | 14 aprile 2015

Vedi anche

Olio motore: come scegliere quello giusto?

Olio motore: come scegliere quello giusto?

Controllare sempre il libretto d’uso e manutenzione per conoscerne la viscosità.

Fiat Oltre: c’era una volta l’Hummer italiano

Fiat Oltre: c’era una volta l’Hummer italiano

In occasione del Motor Show di Bologna del 2005 fece il suo debutto un originale fuoristrada firmato Fiat con chiare origini militari.

Mercedes, il dopo Rosberg si chiama Alonso?

Mercedes, il dopo Rosberg si chiama Alonso?

Spifferi dal circus: contatti avviati tra il team tedesco ed il pilota asturiano