La moto con il motore di un elicottero dalla velocità record

Nuovo primato per la Madmax, la due ruote a turbina. Ecco l'incredibile risultato raggiunto

La Madmax ha battuto un altro record, stavolta nel corso della Straightliner's Club Top Speed Weekend che si è svolta sabato e domenica scorsi sulla pista dell'aeroporto di Elvington (Nort Yorkshire).

La due ruote a turbina, alla cui guida c'era il tycoon Zef Einsenberg ha raggiunto la straordinaria velocità di 234.1 miglia orari, pari a circa 377 km/h, sul miglio lanciato. Il prcedente record apparteneva dal 2014 allo stesso gioiello della Marine Turbine Technologies, che in quell'anno raggiunse i 361.9 km/h.

Quella tra Einseberg e la Mtt è una storia d'amore scaturita da un colpo di fulmine scoppiato 16 anni fa. Era il 2000, infatti, quando il milionario fece visita agli stabilimenti della Mtt.

Zef decise di proseguire il progetto della moto a turbina della Marine Turbine Technologies attraverso la sua azienda, la Maxicorp.

Stravolgendo la Y2K del progetto originale, Einseberg diede vita ad un 'mostro' da 350mila sterline con motore turboalbero Rolls Royce da 542 cavalli e coppia massima di 610 nm. Numeri impressionanti, che nonostante tutto hanno ottenuto l'omologazione per la circolazione su strada.

 

 

Se vuoi aggiornamenti su LA MOTO CON IL MOTORE DI UN ELICOTTERO DALLA VELOCITÀ RECORD inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Giuseppe Catino | 20 maggio 2016

Vedi anche

Dakar, 2017: Fiat Panda 4x4 Cross giunge al traguardo

Dakar, 2017: Fiat Panda 4x4 Cross giunge al traguardo

Si tratta della prima auto italiana a completare tutte le tappe

Automotive: come proteggere un’invenzione con i brevetti

Automotive: come proteggere un’invenzione con i brevetti

Una mini-guida per orientare nel modo più chiaro e semplice possibile chi ha intenzione di brevettare la propria invenzione.

Rosberg a Monaco se ne va in Ferrari

Rosberg a Monaco se ne va in Ferrari

Il campione del mondo di Formula 1 adora le auto della ex 'concorrenza'. Eccolo alle prese con un esemplare de LaFerrari