F150: Ford denuncia la Ferrari per plagio

Ford accusa la Ferrari di aver violato un suo marchio con il nome della F150, che ha lo stesso nome di un pick-up in vendita da 34 anni negli USA.

F150: Ford denuncia la Ferrari per plagio

di Giuseppe Cutrone

10 febbraio 2011

Ford accusa la Ferrari di aver violato un suo marchio con il nome della F150, che ha lo stesso nome di un pick-up in vendita da 34 anni negli USA.

Non è ancora scesa in pista per una competizione ufficiale e la nuova Ferrari F150, la monoposto della scuderia modenese che affronterà la prossima stagione di Formula 1, ha già il suo primo avversario da affrontare: la Ford.

Non si tratta però di un improvviso quanto improbabile ritorno del costruttore americano nel circus di Bernie Ecclestone, quanto di un’accusa legata al nome scelto dalla Ferrari per la sua vettura.

La F150, dove “F” sta per Ferrari e “150” sta per ricordare i 150 anni dell’unità d’Italia che ricorrono proprio nel 2011, condivide il nome con un pick-up Ford molto conosciuto e di successo Oltreoceano, anche se del tutto sconosciuto, o quasi, dalle nostre parti. La Ford F-150 è un modello molto importante per la casa di Detroit, che ricorda in una nota come sia il pick-up più venduto in America da 34 anni.

Ford ha quindi presentato denuncia contro la Ferrari per aver “violazione marchi depositati, per falsa denominazione e per pirateria via Internet”, con un riferimento, in quest’ultimo caso, al sito ferrarif150.com creato dalla casa di Maranello appositamente per presentare i dettagli della nuova monoposto che ha fatto il suo esordio in pubblico lo scorso 25 gennaio.

Il comunicato Ford annuncia una battaglia legale, spiegando che l’F-150 per il costruttore è un marchio “duramente conquistato, è ora seriamente minacciato dall’adozione del nome F150. Quando la Ferrari ha annunciato il nome della sua vettura da corsa, Ford ha chiesto (a Maranello) di cambiarlo. Ferrari non ha risposto a questa richiesta in modo sufficientemente rapido, senza lasciare a Ford altra scelta che intraprendere un’azione legale per proteggere questo marchio importante”.

[!BANNER]

La Ferrari si sarebbe quindi mostrata poco aperta a cambiare nome alla sua monoposto, ragion per cui da Detroit hanno deciso di affidarsi alla decisione di un giudice per dirimere la questione.

 

 

 

 

 

 

No votes yet.
Please wait...