Lamborghini Huracàn Super Trofeo EVO: scenderà in pista nel 2018

Attesa nelle serie monomarca Lamborghini Europa, nord America e Asia dalla prossima stagione agonistica, la nuova Huracàn Super Trofeo EVO rivela un cospicuo aggiornamento aerodinamico, sviluppato insieme a Dallara Engineering.

Lamborghini Huracàn Super Trofeo EVO: scenderà in pista nel 2018

Tutto su: Lamborghini Huracàn

di Francesco Giorgi

21 settembre 2017

EVO come “Evoluzione”: una sola parola che, nel caso delle supercoupé ad altissime prestazioni, spesso nasconde soluzioni hi-tech improntate al massimo affinamento aerodinamico e all’ottimizzazione della potenza.

È il caso di Lamborghini Huracán Super Trofeo EVO, ultima versione (in ordine di tempo) della Huracàn in versione-pista: la nuova declinazione “EVO” è stata svelata in première mondiale a Sant’Agata Bolognese, nelle scorse ore, dai tecnici di Lamborghini Squadra Corse: un evento che seguiva di tre anni il “lancio” della prima edizione della coupé del Toro allestita per l’impiego agonistico, ovvero Huracàn LP 620-2 Super Trofeo, presentata a Monterey (California) nell’agosto 2014 in occasione della Car Week.

La nuova Lamborghini Huracán Super Trofeo EVO – attesa protagonista dell’edizione 2018 del Lamborghini Super Trofeo, che si disputerà sui tre “gironi” Europa, nord America e Asia – mette in evidenza gli atout sopra accennati: un adeguamento della penetrazione aerodinamica in virtù dell’impiego di uno specifico bodykit in fibra di carbonio allestito dalla Divisione Motorsport di Lamborghini insieme a Dallara Engineering, l’utilizzo di materiali superleggeri, novità di rilievo relativamente alla gestione dei gas di scarico e all’elettronica di controllo motore.

Nel dettaglio, l’immagine esteriore di Lamborghini Huracán Super Trofeo EVO (nell’esemplare di presentazione svelata in una combinazione bicolore che abbina una tinta Grigio Titan con dettagli in giallo della maison horlogère Roger Dubois, con la quale è stata avviata una collaborazione che inizierà ufficialmente nella prossima stagione agonistica) si presenta modificata in rapporto alla Huracàn “stradale” e alla precedente versione Super Trofeo: fermi restando il disegno del fondo piatto e le linee relative allo spoiler anteriore nonché al diffusore inferiore che, per offrire la medesima deportanza, mantengono il disegno di Huracàn Super Trofeo, il corpo vettura di Lamborghini Huracán Super Trofeo EVO rivela alcune novità.

Su tutte, spiccano un nuovo paraurti anteriore, caratterizzato dalle maggiori dimensioni delle prese d’aria, il cofano anteriore anch’esso provvisto di una inedita presa d’aria progettata per l’abitacolo,  la vistosa “pinna” collocata sul cofano motore, direttamente dericata dall’expertise aerodinamica sviluppata da diverse stagioni fra le Sport Prototipo della categoria LMP1 e dalle monoposto di F1, e che ha la funzione di ridurre il sovrasterzo nelle fasi di curva. Alrettanto evidente è il nuovo airscope sul tetto della vettura, sviluppato con l’obiettivo di massimizzare l’ingresso dell’aria all’unità motrice e la relativa aspirazione (ricordiamo che, nella precedente Huracàn Super Trofeo, le prese d’aria di raffreddamento motore vengono collocate ai lati vettura).

Sotto il cofano, la nuova Lamborghini Huracàn Super Trofeo EVO viene equipaggiata con la conosciuta unità V10 da 5,2 litri aspirata, rivista nell’impianto di scarico e nella mappatura della centralina: la potenza raggiunge 620 CV. Al 5.2 V10 viene abbinato un cambio sequenziale XTrac a sei rapporti.

La Huracàn Super Trofeo EVO viene messa in vendita ad un prezzo di 235.000 euro, tasse escluse: è previsto un upgrade al corpo vettura per i team privati che dispongono già di esemplari della “vecchia” Huracàn Super Trofeo; il costo del nuovo bodykit sarà comunicato più avanti.