F1, Red Bull: Vettel e Webber pure per il 2011

Webber e Vettel continueranno l'avventura nel team austriaco Red Bull anche nella prossima stagione

Dopo l'incidente in Turchia e il chiarimento voluto dai vertici del team, la Red Bull conferma i suoi piloti per il 2011 e smentisce tutte le voci di mercato sollevate in questi giorni. Se Vettel aveva già ottenuto un altro anno di contratto, Webber, in odore di scadenza, ha guadagnato la fiducia della squadra con le sue prestazioni e ha firmato per un'altra stagione a fianco del talentuoso tedesco.

"E' stata una decisione semplice restare alla Red Bull - ha spiegato Webber - abbiamo iniziato a parlarne molto presto, quest'anno, eravamo già pronti a firmare durante il Gp di Barcellona. La decisione di prolungare per un anno è stata presa di comune accordo, tutti sanno che non vado cercando altre sistemazioni in Formula 1, semplicemente perché sto davvero bene qui e ho feeling speciale con tutti. E' stato incredibile passare dall'esser parte di un team di medio livello a un team che lotta per la conquista del Mondiale".

Un mondiale nel quale l'australiano ha buone chance di vittoria, soprattutto se continuerà a guidare con la caparbietà delle ultime gare e riuscirà a gestire al meglio la pressione di una lotta al vertice a cui non è abituato.

Se vuoi aggiornamenti su F1, RED BULL: VETTEL E WEBBER PURE PER IL 2011 inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Valerio Verdone | 07 giugno 2010

Vedi anche

Rally: tragedia a Montecarlo, muore uno spettatore

Rally: tragedia a Montecarlo, muore uno spettatore

Hayden Paddon al volante della sua Hyundai è stato protagonista di un terribile incidente che ha provocato a morte di uno spettatore.

Il motorsport dice addio a Mario Poltronieri

Il motorsport dice addio a Mario Poltronieri

Il popolarissimo telecronista della F.1 è scomparso ieri a 87 anni nella sua abitazione di Milano. Una vita a tu per tu con l'automobilismo sportivo.

F1: la Williams conferma il ritorno di Massa

F1: la Williams conferma il ritorno di Massa

Un ritiro che di fatto... non c'è mai stato: per sostituire Bottas approdato in Mercedes, la Williams sigla un contratto con il driver paulista.