Audi presenta la squadra che parteciperà alla 24 Ore di Le Mans

Audi ha comunicato i piloti che prenderanno parte alla prossima edizione della 24 Ore di Le Mans al volante delle R15 TDI. Confermato Capello

Audi presenta la squadra che parteciperà alla 24 Ore di Le Mans

di Giuseppe Cutrone

08 febbraio 2010

Audi ha comunicato i piloti che prenderanno parte alla prossima edizione della 24 Ore di Le Mans al volante delle R15 TDI. Confermato Capello

Audi ha definito la squadra che prenderà il via alla 78esima edizione della 24 Ore di Le Mans del prossimo giugno sotto l’insegna della casa dei quattro anelli. Ad alternarsi alla guida delle 3 R15 TDI sarà un team di 9 piloti composto da campioni esperti e da alcuni tra i giovani più promettenti del panorama automobilistico.  

Alla guida dell‘Audi R15 TDI numero 7 andranno i pluridecorati campioni che hanno portato al primo posto l’Audi dell’edizione 2008 della 24 Ore di Le Mans, confermati quindi l’italiano Dindo Capello, il danese Tom Kristensen e lo scozzese Allan McNish.  

Sulla R15 TDI numero 8 si alterneranno il pilota tedesco Timo Bernhard, il francese Romain Dumas e il tedesco Mike Rockenfeller, con i primi due messi a disposizione per l’occasione dalla Porsche, alla quale sono legati, come ha avuto modo di dire Wolfgang Ullrich, responsabile della Audi Motorsport: “Ringrazio i Colleghi della Porsche per averci messo nuovamente a disposizione Timo Bernhard e Romain Dumas, che ci hanno dato grande soddisfazione nella precedente avventura”.[!BANNER]

Saranno invece tre dei piloti più interessanti tra le nuove leve a guidare la vettura numero 9, si tratta dello svizzero Marcel Fässler, del francese Benoît Treluyer e del belga André Lotterer, con quest’ultimo alla seconda esperienza nella corsa di durata più famosa del mondo.  

Le tre vetture comporranno l’Audi Sport Team Joest e la numero 9 correrà con i colori Audi Sport North America. L’obiettivo, per la casa tedesca, è ovviamente quello di vincere, come spiega ancora una volta Ullrich: “Il nostro obiettivo è di riportare a casa il trofeo della corsa. Tre auto rappresentano tre possibilità di vincere e siamo certi di aver “calato” in ciascun abitacolo i migliori piloti in circolazione”.