Renault trema…e per Monza mette il kers

Presunto illecito per Renault al GP di Singapore 2008: la FIA vuole vederci chiaro. E per Monza ritorna il kers sulle monoposto francesi

Renault trema…e per Monza mette il kers

Tutto su: Renault

di Leopoldo Canetoli

09 settembre 2009

Presunto illecito per Renault al GP di Singapore 2008: la FIA vuole vederci chiaro. E per Monza ritorna il kers sulle monoposto francesi

.

Ci hanno pensato molto in terra di Francia e mentre Fernando Alonso se ne andava a spasso per le vie di Oviedo con la sua Renault F.1 tra ali di folla (il sindaco gli ha dedicato anche una via…) i tecnici del team hanno deciso: per Monza rispolvereranno il kers.

Ci sono tre buone ragioni per utilizzarlo, e secondo noi c’è quasi mezzo secondo al giro – ha commentato Pat Symonds, l’ingegnere responsabile – perché il kers può aiutare in partenza, nei sorpassi e anche all’uscita dalle varianti. Dallo schieramento alla prima curva c’è un bello spazio, e col kers si possono guadagnare anche quindici metri…I sorpassi non sono facili a Monza, e il kers se bene usato può veramente aiutare, come per l’uscita dalle varianti…“. Così grande lavoro per i tecnici mentre i manager si preparano alla difesa per la convocazione della FIA che ha deciso di sentirli il 21 Settembre.

Le ragioni sono note. Qualcuno, forse dell’entourage di Nelson Piquet, messo duramente alla porta per le inconsistenti prestazioni in pista, avrebbe rivelato che fu la squadra a chiedere allo stesso Piquet di mettersi fuori gara per fare intervenire la safety car e favorire così la vittoria di Alonso nel GP di Singapore dello scorso anno.

La cosa può apparire grottesca, che un pilota decida, anche se “su ordinazione” di andare a sbattere contro il muro… Ma tant’è. E se esaminando anche la telemetria, e le conversazioni via radio tra il team e questo pilota, se si trovassero le prove di questa frode sportiva, sarebbe un bel guaio per la Renault e per tutta la credibilità della F.1.

E se la Renault venisse realmente trovata in fallo, in un momento in cui molte Case costruttrici stanno rivedendo le loro politiche e i loro investimenti, potrebbe prendere la palla al balzo e ritirarsi dalla F.1. Ecclestone è seriamente preoccupato e ne ha parlato a lungo con Flavio Briatore. Il quale continua a cadere dalle nuvole… Staremo a vedere.