La messicana Tresaria Capital acquista Artega

I messicani, già proprietari della nota birra Corona, acquistano la maggioranza della piccola casa europea costruttrice della Artega GT

Artega, l'anti-Porsche Cayman ora è Sudamericana

Altre foto »

Dopo la birra, i messicani di Tresaria Capital si "bevono" anche Artega. Il gruppo sudamericano, già attivo nel settore della birra in quanto detentore del marchio Corona, ha acquistato la maggioranza delle azioni di Artega, un piccolo costruttore tedesco che produce attualmente un solo modello, la sportiva Artega GT, forse poco conosciuta dal grande pubblico ma in grado di rivaleggiare con auto del calibro di Lotus e Porsche, tanto per intederci.  

La Artega GT è infatti spinta da un motore V6 di 3,6 litri di origine Volkswagen, in grado di fornire 300 CV e di spingere la sportiva tedesca a 100 km/h partendo da fermo in 4,8 secondi: quanto basta per entrare nel cuore di chi ama le vetture sportive ad alte prestazioni, meglio ancora se prodotti in piccole serie e con cura artigianale.

Proprio i numeri sono alla base dell'acquisizione. Secondo quanto si apprende, l'obiettivo che ha spinto Tresaria Capital, già socio di minoranza della casa automobilistica, a rilevare le restanti azioni in possesso al fondatore di Artega, Klaus Dieter Frers, è quello di portare le vendite a 500 esemplari l'anno, facendo di questa sportiva un "giocattolo" su quattro ruote redditizio anche dal punto di vista industriale.  

Per riuscire in questo progetto Tresaria Capital ha deciso di affidarsi a Wolfgang Ziebart, personaggio esperto del settore automobilistico in quanto già in passato membro dei consigli di amministrazione di marchi come BMW, Continental e Infineon. Toccherà a lui portare Artega a nuovi livelli e far aumentare la notorietà del piccolo costruttore tedesco, una strada non semplice da percorrere e che potrebbe vedere anche un ampliamento della gamma, finora limitato soltanto alla Artega GT.

Se vuoi aggiornamenti su LA MESSICANA TRESARIA CAPITAL ACQUISTA ARTEGA inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Giuseppe Cutrone | 08 febbraio 2010

Vedi anche

Suzuki: raggiunta quota tre milioni nello stabilimento di Esztergom

Suzuki: raggiunta quota tre milioni nello stabilimento di Esztergom

Magyar Suzuki Corporation, inaugurata nel 1991, celebra la Suzuki "numero tre milioni": è una S-Cross. Esportazioni in più di cento Paesi.

Mercato auto: l’Europa cresce a doppia cifra

Mercato auto: l’Europa cresce a doppia cifra

Marzo 2017 con il segno più: l’immatricolato cresce del 10,9% nei Paesi UE e del 18,2% in Italia. Fca è al quinto posto nella top ten europea.

Tesla in Borsa supera anche General Motors

Tesla in Borsa supera anche General Motors

Dopo il clamoroso sorpasso della scorsa settimana su Ford, il titolo Tesla supera anche un altro colosso quale General Motors.