Storico sorpasso: GPL e metano su benzina

I dati delle immatricolazioni indicano che le quote di mercato dei veicoli alimentati a GPL o metano hanno superato quelle delle auto a benzina

Sono (ancora) discussi e non visti di buon occhio da tutti. In ogni caso, hanno contribuito a far rinascere l'escalation delle immatricolazioni rilevata in questi giorni. Sono gli eco incentivi che premiano con un ulteriore bonus la scelta di passare a un'auto alimentata a GPL o a metano.

Così naturalmente si spiega lo storico sorpasso, registrato a novembre, dei carburanti "puliti" rispetto alla benzina. I dati di UNRAE (l'Unione dei Rappresentanti di autoveicoli esteri) diffusi proprio nei giorni scorsi assieme al consuntivo del mercato auto degli ultimi 30 giorni, infatti, riportano che la quota di mercato delle immatricolazioni di vetture a GPL e a metano ha superato quella delle auto a benzina: 30,27% le prime (suddivise fra 24,3% a GPL - benzina e 6% a benzina e metano) e 30,07% le altre a benzina.

Come dire: gli italiani sono sempre più sensibili verso i carburanti a basse emissioni o ai benefici fiscali derivanti dagli incentivi statali? Di tutt'e due un po', si potrebbe azzardare a rispondere.

D'altro canto, le rilevazioni di novembre hanno confermato che la crescita delle immatricolazioni a GPL e a metano, che alla fine del 2008 si attestava al 6,9%, nel periodo Gennaio - Novembre del 2009 ha raggiunto il 21%. Vuol dire che, se dodici mesi fa i carburanti "ecologici" erano preferiti da un automobilista su 15, adesso sono triplicati e vengono scelti da un italiano su 5.

Se vuoi aggiornamenti su STORICO SORPASSO: GPL E METANO SU BENZINA inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Giorgi | 02 dicembre 2009

Vedi anche

Cina, Fca interrompe la produzione dei modelli Viaggio e Ottimo

Cina, Fca interrompe la produzione dei modelli Viaggio e Ottimo

Stop alla produzione di Fiat Viaggio e Ottimo, modelli di segmento C su pianale Giulietta nati dalla joint venture Fca–Gac: si punta tutto su Jeep?

Dieselgate: indagine francese sul Gruppo FCA

Dieselgate: indagine francese sul Gruppo FCA

Dopo la diffusione del primo lancio di agenzia Il titolo del Gruppo FCA ha registrato una calo del 3,8%.

Mercato Auto: a febbraio rallenta la crescita, bene FCA

Mercato Auto: a febbraio rallenta la crescita, bene FCA

Il mercato auto rallenta la sua crescita nel mese di febbraio, ma Italia e il Gruppo FCA continuano a macinare ottimi risultati.