Honda, ultimo trimestre da brividi

2008 disastroso: gli utili scendono per la prima volta in 60 anni

Honda, ultimo trimestre da brividi

Tutto su: Honda

di Redazione

10 febbraio 2009

2008 disastroso: gli utili scendono per la prima volta in 60 anni

.

Honda Motor Company ha diramato i dati contenuti nel bilancio consolidato, il documento consuntivo redatto per l’anno 2008 appena trascorso, e l’impressione è che dopo aver colpito le Case americane ed europee, la crisi è approdata anche sulle sponde giapponesi, quelle che negli anni hanno saputo respingere ogni mareggiata.

L’ammontare al netto delle vendite e degli altri ricavi operativi per il terzo trimestre fiscale chiuso il 31 dicembre 2008 ha accusato un calo del 16,8% rispetto allo stesso periodo di un anno fa, a causa del cambio sfavorevole e la ben nota decrescita globale del mercato automotive.

Ancora più preoccupante è il dato riguardante i margini di profitto, che sempre nei 3 mesi da ottobre a dicembre sono scesi del 62,9% rispetto allo stesso periodo di un anno: una batosta dovuta principalmente,  secondo i vertici giapponesi, all’aumento del costo delle materie prime e dei costi fissi per unità a seguito della riduzione della produzione.

L’utile netto, diminuito per la prima volta negli ultimi 3 anni, si attesta su di un valore di 20,2 miliardi di yen (circa 170 milioni di euro), che vuol dire il 90% in meno rispetto al periodo di riferimento; il dato relativo ai primi nove mesi è calato invece di 43,8 punti percentuali.

Anche le vendite hanno subito una flessione, soprattutto in Nord America ; nonostante il trend positivo di Asia e Brasile si attesteranno alla chiusura dell’anno fiscale in Marzo, secondo le previsioni del CdA su circa 3,525 milioni di unità, con un calo rispetto all’anno precedente di circa il 10%.

Molte speranze vengono riposte nel nuovo modello Insight che proprio questa settimana ha fatto la sua comparsa presso i concessionari nipponici. La chiave per il successo di questo nuovo modello a propulsione ibrida, dicono in Honda, sarà il prezzo competitivo, tanto che prevedono di venderne 200.000 in un mercato dominato attualmente dalla Toyota Prius.