Le supercar? Ormai si vendono solo all'estero

In Italia, le supercar non hanno quasi più mercato: nuove tasse e prezzo della benzina fanno sì che Ferrari e Lambo si vendano in Usa e Cina.

Ferrari 599 GTO: tutti i dettagli

Altre foto »

Se non ci fossero i mercati esteri, molte supercar in Italia rischierebbero di non trovare acquirenti.

La cosa ritorna d'attualità soprattutto oggi, infatti le vendite di Ferrari e Lamborghini sono in calo a causa di vari fattori: superbollo per le vetture più potenti, aumento dell'Iva, controlli fiscali e prezzo della benzina non proprio adatto a modelli che, se non si spinge troppo sull'acceleratore, consumano 1 litro di carburante ogni 5-6 chilometri.

Le vendite nel Bel Paese sono davvero ai minimi termini, al punto che è iniziata una sorta di "svendita" dei principali modelli, che si acquistano sul mercato dell'usato a prezzo inferiore rispetto a quanto avviene in Cina o negli Usa, dove il cavallino rampante e il toro (ma anche il tridente Maserati) vanno sempre per la maggiore.

E così anche se le tariffe chiavi in mano restano comunque elevate, acquistare una Ferrari 599 non è più una chimera soprattutto per chi ha in tasca un assegno di "appena" 100mila euro e si "accontenta" di un modello con un paio d'anni di età.

Preoccupato il presidente di Federauto, Filippo Pavan Bernacchi, visto che questa situazione aggravatasi dopo la manovra "Salva Italia" rischia di mettere a terra un settore - che comprende produttori e rivenditori - già in crisi.

"Il settore delle sueprcar impiega in Italia 80mila persone" ha detto il numero uno della federazione italiana dei concessionari auto, ribadendo al governo Monti di effettuare un incontro "per studiare insieme le scelte in grado di trainare il comparto fuori dal pantano in cui versa"

Il problema non riguarda solo il nuovo, ma anche l'usato visto che molti concessionari si trovano in imbarazzo nell'accettare una permuta di una supercar usata a fronte dell'acquisto di una nuova, visto che il dealer si ritroverebbe in mano un prodotto difficilmente rivendibile.

Ma non tutto sembra negativo: il presidente Ferrari Montezemolo ha infatti reso noto che la produzione di vetture di Maranello supererà le 7mila unità grazie alla crescita della domanda in alcuni mercati chiave esteri. Questa cifra potrebbe presto toccare quota 10mila grazie alla Cina, che si appresta a diventare il secondo al mondo per Ferrari, dopo gli Usa.

Se vuoi aggiornamenti su LE SUPERCAR? ORMAI SI VENDONO SOLO ALL'ESTERO inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Andrea Barbieri Carones | 20 dicembre 2011

Vedi anche

Cina, Fca interrompe la produzione dei modelli Viaggio e Ottimo

Cina, Fca interrompe la produzione dei modelli Viaggio e Ottimo

Stop alla produzione di Fiat Viaggio e Ottimo, modelli di segmento C su pianale Giulietta nati dalla joint venture Fca–Gac: si punta tutto su Jeep?

Dieselgate: indagine francese sul Gruppo FCA

Dieselgate: indagine francese sul Gruppo FCA

Dopo la diffusione del primo lancio di agenzia Il titolo del Gruppo FCA ha registrato una calo del 3,8%.

Mercato Auto: a febbraio rallenta la crescita, bene FCA

Mercato Auto: a febbraio rallenta la crescita, bene FCA

Il mercato auto rallenta la sua crescita nel mese di febbraio, ma Italia e il Gruppo FCA continuano a macinare ottimi risultati.