Il Salone di Torino tramonta per sempre

GL events ha confermato che rinuncia all’idea di riportare a Torino il Salone dell’auto. L’unico appuntamento resterà il Motor Show di Bologna.

Il Salone di Torino tramonta per sempre

di Andrea Barbieri Carones

21 febbraio 2011

GL events ha confermato che rinuncia all’idea di riportare a Torino il Salone dell’auto. L’unico appuntamento resterà il Motor Show di Bologna.

Il Motor Show di Bologna resterà l’unica manifestazione legata al mondo dell’automobile a essere organizzata in Italia. La conferma ufficiale arriva dalla GL Events, la società che organizza la kermesse felsinea, che ha detto che non ci sono speranze di vedere nuovamente il Salone dell’auto di Torino tornare all’ombra della Mole e nella città che rappresenta la motorizzazione su larga scala dell’Italia.

Era la stessa azienda che aveva valutato la possibilità di riportare in riva al Po la fiera dell’automotive, celebrando allo stesso tempo la riapertura del Museo dell’automobile Biscaretti di Ruffia e una data storica come i 150 anni dell’unità d’Italia.

Nonostante siano passati 10 anni dall’ultimo Salone, le adesioni da parte delle Case automobilistiche sono state poche, con la conseguenza che i padiglioni sarebbero rimasti desolatamente vuoti. Interessato all’evento era anche il governatore della regione Piemonte, Roberto Cota, che puntava molto a una fiera forte di una sua specificità, magari mirando ad esaltare la tecnologia legata al mondo dell’auto, per differenziarsi dalle altre manifestazioni internazionali.[!BANNER]

“Probabilmente in un momento come questo, di grandi cambiamenti per il mercato dell’auto non c’era spazio commerciale per fare un Salone simile agli altri”. Ha detto lo stesso politico leghista.

L’appuntamento col mondo dell’auto è quindi rimandato a Bologna dal 3 all’11 dicembre. In fondo, siamo sempre in tempo per celebrare i 150 dell’Italia.