Salone di Pechino: ecco la Hyundai Verna

Debutta al Salone di Pechino la Hyundai Verna, una berlina pensata per il mercato cinese, dove il costruttore coreano nel 2009 è cresciuto del 94%

Salone di Pechino: ecco la Hyundai Verna

Tutto su: Hyundai

di Andrea Tomelleri

28 aprile 2010

Debutta al Salone di Pechino la Hyundai Verna, una berlina pensata per il mercato cinese, dove il costruttore coreano nel 2009 è cresciuto del 94%

Hyundai ha presentato al Salone di Pechino la nuova Verna, berlina a tre volumi pensata specificamente per il mercato cinese. Costruita nell’impianto Hyundai di Pechino, il modello è stato sviluppato sulla base di dettagliate indagini di mercato e con l’intento espresso di andare incontro alle esigenze e ai gusti degli acquirenti cinesi.

“Oggi è un giorno speciale per noi – ha commentato nella conferenza stampa di presentazione Euisun Chung, vicepresidente di Hyundai Motor – non solo perché stiamo lanciando una nuova vettura, ma perché questa è una delle rare volte che abbiamo presentato una première mondiale fuori dalla Corea”.

Lunga 4,34 metri con un passo di 2,57 metri, il più lungo della categoria, la Verna ha un abitacolo spazioso nonostante la linea del padiglione molto spiovente, scelta dettata dal nuovo corso stilistico Fluid Sculpture. Piuttosto capiente il bagagliaio, che con i suoi 454 litri potrà soddisfare ampiamente le esigenze di carico di una famiglia media.

La Verna è basata su una piattaforma completamente nuova (progettata per ottenere il massimo punteggio nei crash test cinesi CNCAP) e monta motori di nuova generazione, che contribuiscono a ridurre i consumi e le emissioni. Sono disponibili due unità a benzina con basamento in alluminio: il 1.6L DOHC da 123 CV a 6300 giri con una coppia massima di 155 Nm a 4200 giri abbinato a un cambio automatico a quattro rapporti; il 1.4L DOHC da 107 CV con una coppia di 135,4 Nm a 5000 giri abbinabile a un cambio manuale a cinque marce o a un automatico a quattro. Questo propulsore è pensato per i clienti particolarmente attenti all’economia di esercizio ed è equipaggiabile con il pacchetto Fuel Economy, che permette di ridurre il consumo a 5,7 l/100 km.[!BANNER]

Le sospensioni sono anteriori McPherson e posteriori a bracci longitudinali mentre lo sterzo è di tipo elettromeccanico. Molto curata l’aerodinamica sia nella sezione frontale sia nella linea del padiglione, che contribuisce a minimizzare le turbolenze, ma anche nel sottoscocca.

Il mercato cinese si è dimostrato uno dei più importanti per Hyundai, che vi ha debuttato nel 2002 e da allora ha venduto più di due milioni di veicoli. Nel 2009 il costruttore coreano ha registrato una crescita del 94% e si prospettano ulteriori margini di sviluppo con l’arrivo della Verna, che costituisce il terzo modello della gamma.