Infiniti: un concept con Louis Vuitton per Ginevra

Bocche chiuse sul misterioso concept che celebra i 20 anni del marchio di lusso

Il 2009 si preannuncia un anno di fondamentale importanza per Infiniti, il marchio di lusso appartenente al Gruppo Nissan. Oltre allo sbarco ufficiale in Europa, e non per vie di importazione com'è stato finora, altre due novità segnano l'intenzione di imporsi come brand di prestigio in Europa: al Salone di Ginevra vedremo la G37 Cabrio e una concept car misteriosa.

Questo prototipo, che dai media nipponici viene definito spettacolare, è stato realizzato per celebrare i 20 anni di attività di Infiniti. Per l'occasione è stato anche scelto un partner d'eccezione: la concept verrà presentata insieme ad un esclusivo set da viaggio firmato Louis Vuitton appositamente realizzato.

Sulla linea e sulla motorizzazione finora non si hanno ancora molte informazioni, se non che sarà una vettura ad alte prestazioni e che svelerà in parte il futuro corso stilistico di Infiniti.

La collaborazione mette in risalto l'esclusività della gamma Infiniti, visto il prestigio di cui può fregiarsi la firma francese. Dopo Bugatti e smart con Hermés, e Fiat con Diesel, continua così la tendenza delle Case auto a creare vetture griffate in collaborazione con i grandi couturier.

Se vuoi aggiornamenti su INFINITI inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Altro su Infiniti

Infiniti Q60 Neiman Marcus: l’edizione speciale per il nuovo catalogo
Ultimi arrivi

Infiniti Q60 Neiman Marcus: l’edizione speciale per il nuovo catalogo

La nota catena di distribuzione di lusso presenta nel suo catalogo natalizio un’esclusiva versione speciale della coupé giapponese.

Infiniti: i prezzi della nuova Q50
Ultimi arrivi

Infiniti: i prezzi della nuova Q50

Infiniti comunica i prezzi della nuova Q50: si parte dai 38.950 euro della 2.2d.

Infiniti VC-T: il primo motore a rapporto variabile di compressione
Tecnica

Infiniti VC-T: il primo motore a rapporto variabile di compressione

Annunciato come un sistema alternativo ai dispositivi di disattivazione dei cilindri, dal Salone di Parigi in poi ha stupito gli addeti ai lavori.