Maserati: una targa per i 100 anni

Con una targa commemorativa si concludono i festeggiamenti per il centenario alla presenza del Ceo Harald Wester.

Maserati Centenario 1 dicembre 2014

Altre foto »

Una targa, discreta, elegante, come solo le vetture del Tridente sanno essere, è stata scoperta il 1 dicembre al N 1A della centralissima via de'Pepoli, a Bologna, dove i fratelli Maserati aprirono la loro prima officina. Nell'occasione, è stato possibile ascoltare il Ceo della Casa di Modena, Harald Wester, sulle varie attività di un marchio tanto blasonato quanto importante per l'economia italiana dopo i recenti exploit di vendite in tutto il mondo.

Chiaramente, Wester ammette, che dal 1998, allora risalgono i suoi primi contatti con la Maserati, "in pochi avrebbero pensato che questa Casa sarebbe arrivata a celebrare il centenario nelle condizioni attuali". L'atmosfera si scalda quando si parla di produzione, per cui, da ottimo comunicatore qual è, il numero uno di Maserati non nasconde le intenzioni dell'azienda al riguardo. "Modena continuerà la sua attività in quanto realizza prodotti molto apprezzati, mentre a Grugliasco è stato realizzata la cinquantamillessima vettura, e, nel contempo a Mirafiori stiamo allestendo un'area per la produzione della Levante. Poi ci sarà da capire dove nascerà l'Alfieri, entro il 2018, ma ancora non posso fornire indicazioni al riguardo".

Inevitabili le curiosità in merito alle competizioni, per le quali non è previsto un coinvolgimento in via ufficiale, come ci fu per la MC12, che ha dominato nel FIA GT. "Con la Alfieri si avrà una piattaforma per poter fornire ai privati un'ottima base su cui realizzare una vettura competitiva da portare in gara. Non è una promessa ma una possibilità".

Il dialogo di Wester con i giornalisti ha poi toccato l'argomento delicato del mercato, nel quale ha risposto in maniera netta a chi auspicava un ampliamento della gamma verso il basso. "La Maserati non avrà una vettura che sarà posizionata al di sotto della Ghibli, per questo ci sarà l'Alfa Romeo". Non è mancato inoltre, un accenno al lavoro svolto dall'attuale gestione: "abbiamo dovuto reingegnerizzare il tutto, e questo processo ha spianato la strada alla situazione attuale".

Infine, per rispondere a chi domandava un suo parere sulle alimentazioni alternative, il Ceo di Maserati ha spiegato che, secondo lui, la strada è ancora lunga, "ma senza dubbio la soluzione ideale potrebbe essere quella delle fuel cell". Dunque, nei prossimi cento anni ci potrebbe essere una vettura del Tridente ad idrogeno? Potrebbe anche darsi, ma sarà sicuramente unica nel suo genere, elegante e decisamente emozionante.

Se vuoi aggiornamenti su MASERATI inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Valerio Verdone | 03 dicembre 2014

Altro su Maserati

Maserati: la Alfieri rinviata al 2020
Anteprime

Maserati: la Alfieri rinviata al 2020

Maserati sembra aver rinviato al 2020 il debutto della Alfieri, originariamente attesa per quest'anno.

Maserati ad Auto e Moto d’Epoca 2016
Eventi

Maserati ad Auto e Moto d’Epoca 2016

Maserati espone a Padova passato e presente, grazie a storici modelli come la Birdcage Tipo 61 e il nuovo suv Levante.

Maserati elettrica, al debutto entro il 2020
Ecologiche

Maserati elettrica, al debutto entro il 2020

Anche Maserati si dice interessata alla propulsione elettrica, tanto da voler lanciare un proprio modello a zero emissioni entro il 2020.