Maserati Centennial Gathering: il Tridente incontra Stradivari

"Il Cremonese 1715" regala emozioni nella seconda tappa del tour per i 100 anni di Maserati.

Maserati Centennial Gathering day 2

Altre foto »

Da Modena a Torino, è questo l'itinerario che la nostra compagna di viaggio, una straordinaria auto a Gasolio che suona come un benzina, ovvero la Ghibli diesel, ha percorso con grinta ed eleganza nel secondo giorno del Maserati Centennial Gathering, regalandoci sensazioni di comfort, sicurezza, agilità ed un feeling di guida degno del DNA del Tridente.

Un itinerario che ha visto però una tappa fondamentale, unica e a dir poco straordinaria, quella di Cremona, dove la carovana dei 100 anni di Maserati ha potuto far visita al museo del Violino, una vera e propria eccellenza italiana, proprio come la Casa di Modena, in cui sono conservati i violini più prestigiosi al mondo.

Tra le tante aree del museo, una in particolare, denominata scrigno dei tesori, presenta degli strumenti dal valore difficilmente quantificabile, realizzati da liutai entrati ormai nella leggenda come Amati, Guarnieri e, soprattutto, Stradivari. Ammirare la cura per i dettagli, la limpida bellezza di questi violini straordinari, ricorda l'accortezza di stampo artigianale con cui vengono realizzate le vetture del Tridente.

Ma le analogie non finiscono qui, se è vero che Sergio Pininfarina aveva affermato di aver pensato ad uno stradivari nel disegnare le linee della Quattroporte. Per cui gli uomini Maserati hanno pensato bene di farci ascoltare, in un concerto per la stampa internazionale, il suono celestiale de "il Cremonese 1715", il violino del sommo liutaio Antonio Stradivari che si è conservato meglio nel tempo e che il prossimo anno compirà 300 anni.

Con note, alte, basse, malinconiche, fluide, nitide o estremamente trascinanti, il prezioso strumento dal valore non quantificabile, ha regalato a noi, fortunati ascoltatori, attimi difficili da dimenticare. Come difficile sarà rimuovere dalla mente il sound di un 6 cilindri che respira come un 8 cilindri e regala progressioni mozzafiato ad ogni affondo sull'acceleratore.

Infatti, la tentazione è stata grande quando la carovana delle 200 Maserati di tutte le epoche è transitata lungo la strada su cui, nel lontano 1929, Baconin Borzacchini stabilì il record del mondo di velocità sui 10 km lanciati, al volante della V4 a 16 cilindri, ma dovevamo mantenere un certo aplomb in vista della cena di gala presso la prestigiosa Regia di Venaria Reale.

La suggestiva location ha incantato i clienti di tutto il mondo con le sue proporzioni barocche e, lungo il percorso che accompagnava gli invitati ai tavoli, è stato possibile ammirare anche l'orologio realizzato da Bulgari per celebrare Maserati con tanto di logo del Tridente nella parte posteriore della cassa.

La presenza del nuovo Presidente della Ferrari, Sergio Marchionne,  inoltre, ha ribadito, semmai ce ne fosse bisogno, quanto sia importante il marchio Maserati per i piani del gruppo FCA.

Se vuoi aggiornamenti su MASERATI inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Valerio Verdone | 22 settembre 2014

Altro su Maserati

Maserati: la Alfieri rinviata al 2020
Anteprime

Maserati: la Alfieri rinviata al 2020

Maserati sembra aver rinviato al 2020 il debutto della Alfieri, originariamente attesa per quest'anno.

Maserati ad Auto e Moto d’Epoca 2016
Eventi

Maserati ad Auto e Moto d’Epoca 2016

Maserati espone a Padova passato e presente, grazie a storici modelli come la Birdcage Tipo 61 e il nuovo suv Levante.

Maserati elettrica, al debutto entro il 2020
Ecologiche

Maserati elettrica, al debutto entro il 2020

Anche Maserati si dice interessata alla propulsione elettrica, tanto da voler lanciare un proprio modello a zero emissioni entro il 2020.