Tesla: arriva il doppio connettore

Consentirà alle vetture di Palo Alto di sfruttare nuovi punti di ricarica.

Tesla: arriva il doppio connettore

Tutto su: Tesla

di Valerio Verdone

18 ottobre 2017

Tesla lavora costantemente per incrementare la diffusione delle sue vetture, per cui la notizia dell’arrivo di un doppio connettore di ricarica è una conseguenza naturale della sua espansione commerciale. Inoltre, rappresenta lo sforzo del brand statunitense di adattarsi ad altri sistemi di ricarica.

Infatti, non è un mistero che sul territorio cinese siano stati stanziati incentivi importanti per dar vita a 12 mila colonnine pubbliche e a 4,8 milioni di sistemi di ricarica privati. Questi utilizzano un nuovo connettore di tipo GB, come quello aggiunto dalla Tesla ma differente da quelli che la Casa americana sfrutta negli USA e da quelli europei denominati Mennekes.

Per questo adesso le prese di Model S e Model X verranno spostate in una posizione speculare a quella del tappo del serbatoio in un’auto comune. Certo, la linea sarà meno levigata rispetto all’attacco della ricarica che veniva integrato nel gruppo ottico posteriore sinistro, ma la soluzione amplierà gli orizzonti commerciali del Marchio di Palo Alto.

Vedremo se questo aiuterà il Brand di Musk nella crescita sperata che per adesso non rispecchia gli obiettivi previsti nonostante gli ingenti investimenti effettuati. Inoltre, è un altro segnale dell’espansione dell’auto elettrica che sta prendendo piede anche in Cina, uno dei principali mercati in netta crescita che inizia anche a guardare alla mobilità sostenibile, ormai il prossimo futuro delle quattro ruote.