La soluzione alla crisi? Fare a meno dell’auto

Un dossier di Legambiente sui quartieri a basso tasso di motorizzazione nel mondo. E fra un po’ anche a Milano…

L'auto è in crisi? Vanno benissimo gli incentivi, nel breve periodo, ma a lungo termine, la cosa migliore sarebbe eliminare alla radice il problema.

Ovvero, eliminare le auto. O meglio, come spiegano gli esperti di Legambiente, costruire città che facciano a meno delle automobili o le usino solo il minimo indispensabile.

Affermazioni che sembrano quasi utopistiche, ma che sono il frutto di approfonditi studi sociologici e urbanistici e traggono spunto da casi reali esistenti in numerosi paesi europei. Sono contenute e argomentate nel dossier "Costruire città senz'auto", presentato da Legambiente a Milano, alla Fondazione Riccardo Catella in occasione dell'anniversario del Protocollo di Kyoto.

Spazi rubati

Secondo lo studio occorre spostare la mobilità dall'auto privata a modalità più efficienti: mezzi collettivi, elettrici, su rotaia, trasporti a propulsione umana (bici, piedi) e l'auto solo quando serve, con formule on demand: taxi, noleggio o car sharing.

La mobilità del futuro sarà sempre più fatta di soluzioni flessibili, tagliate sulle esigenze del momento, che evitino l'inutile consumo di territorio di un sistema basato su auto di proprietà che rimangono ferme in parcheggio per il 90% del tempo. Occupando, fra l'altro, un mucchio di spazio.

Basti pensare che un posto macchina misura 2x5 metri, ossia 10 mq: ciò vuol dire che, per esempio, in una città come Milano per far posto alle 800.000 auto che arrivano ogni giorno da fuori città, più le 820.000 vetture dei residenti, in tutto si sacrificano alla sosta oltre 16 milioni di mq: 2250 campi da calcio, quasi il 10% del territorio cittadino.

Un'area immensa, che potrebbe invece essere destinata al verde pubblico, a marciapiedi più larghi, a spazi ludici per i bambini che non sarebbero così condannati a restare a casa a ingrassare davanti alla playstation.

Vedi anche

Citroen E-Berlingo Multispace, tanto spazio a zero emissioni

Citroen E-Berlingo Multispace, tanto spazio a zero emissioni

La famiglia dei veicolo elettrici della Casa francese si arricchisce con il debutto del versatile Citroen E-Berlingo Multispace.

Pininfarina H600: debutterà entro il 2020

Pininfarina H600

La collaborazione tra Pininfarina e il Gruppo asiatico prevede lo sviluppo in serie della "alto di gamma" H600 e di nuovi modelli, tutti elettrici.

Norvegia: il boom delle auto elettriche

Norvegia: il boom delle auto elettriche

Concreti incentivi e una favorevole distribuzione dei centri abitati: così la Norvegia è in testa in Europa per vendite di auto elettriche ed ibride.