Renault: i 50 anni della R16 a Rétromobile 2015

La prima Renault "medio-alta" a trazione anteriore e portellone: modernissima per l'epoca, fu prodotta in quasi 1.846.000 unità fino al 1980.

Renault R16: cinquant'anni di storia

Altre foto »

Una berlina di classe medio-alta che segnò il ritorno di Renault in questo segmento dopo la precedente Frégate; una vettura di concezione modernissima per l'epoca nella quale venne progettata, e che nonostante il mutare delle mode restò in produzione per quasi un quindicennio, totalizzando circa 1.846.000 esemplari venduti, e il titolo di "Auto dell'Anno": ecco, spiegata in estrema sintesi, la felice storia della Renault R16, che in questi giorni celebra i suoi 50 anni. L'evento sarà ricordato, con l'esposizione di sette esemplari (appartenenti a tutti gli allestimenti, più una versione Usa e un prototipo del 1963) all'imminente edizione di Rétromobile 2015, quarantesima edizione della rassegna internazionale interamente dedicata alle auto d'epoca, in programma alla Porte de Versailles di Parigi fino a domenica 8 febbraio. Per l'occasione, il marchio "di casa" a Rétromobile, attraverso Renault Classic, proporrà due Renault R16 in prova: in questo modo, i visitatori della kermesse avranno modo di assaporare in prima persona il sapore della guida "old style".

L'iter progettuale che portò alla presentazione della Renault R16 parte da lontano: dal 1958, per la precisione, anno nel quale Renault commissionò alla carrozzeria italiana Ghia (all'epoca partner della Régie) lo studio di una vettura innovativa, che fosse particolarmente versatile e pratica nell'utilizzo (secondo un'accezione attuale, la vettura doveva rispondere a canoni di elevata abitabilità e modularità). Dal "Project 115" si arrivò, successivamente, al "Project 114"; i primi prototipi furono oggetto di una lunga serie di test, che vennero condotti per quasi due anni dall'Europa agli Stati Uniti all'Africa, per testare la nuova nata di Renault nelle più varie condizioni di marcia e ambientali.

La presentazione alla stampa della Renault R16 avvenne a gennaio 1965 in Costa Azzurra, mentre per l'anteprima ufficiale venne scelto il Salone di Ginevra. Il debutto commerciale iniziò verso la fine dell'estate 1965. E, nonostante pareri contrastanti (tutti improntati all'originalità delle linee, studiate per favorire al massimo l'abitabilità interna), la R16 si guadagnò immediatamente il titolo di "Auto dell'Anno" per il 1966.

Da allora, la prima vettura di classe medio - alta di Renault a trazione anteriore e dotata di portellone posteriore (soluzioni modernissime a metà anni 60) venne declinata in diverse versioni, e con motori la cui cilindrata salì da 1.470 cc della prima serie a 1.565 cc fino a 1.647 cc: R16 "base" e "Commerciale" (1965 - 1970); R16 L e "Commerciale" (1970 - 1974); R16 TL (1970 - 1975); R16 TL alimentata a benzina normale (1976 - 1978): R16 TA (la prima vettura a trasmissione completamente automatica secondo Renault, 1969 - 1970); R16 TL "Automatic" (evoluzione della precedente, prodotta fra il 1975 e il 1979); R16 TS (1968 - 1976); R16 TX (la più accessoriata, caratterizzata da cerchi in lega da 14" a disegno Gordini, dal cambio a cinque marce e da un sottile spoiler sulla sommità del portellone, prodotta dal 1973 al 1979); R16 TX ""Automatic" (1974 - 1979). In totale, la produzione della R16, che si arrestò nei primi mesi del 1980 per fare spazio alla nuova nata R18, totalizzò quasi 1.846.000 unità.

Da segnalare, riguardo alla Renault R16, l'equipaggiamento della Alpine A110 1600S con il 1.565 cc della R16 TS, e della prima Lotus Europa con il 1.470 cc della R16 "base": ovviamente, entrambe le unità vennero opportunamente elaborate.

Oltre a Renault R16, lo stand Renault Classic a Rétromobile 2015 espone due Renault d'anteguerra (una Type G del 1902 e una Type NN del 1925), due concept (Scénic del 1991 e R - Space del 2011, a rappresentare le recenti interpretazioni di "auto da vivere" in famiglia secondo Renault) e, come celebrazione dei sessant'anni dalla fondazione del marchio Alpine (creato a Dieppe nel 1955 da Jean Rédélé) tre "berlinette", dalla prima A106 alla più recente A610, passando per la leggendaria Alpine A110 che sarà esposta in una rara versione Willys - Interlagos, la "Berlinette" che veniva fabbricata in Brasile.

Se vuoi aggiornamenti su RENAULT inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Giorgi | 04 febbraio 2015

Altro su Renault

Renault Koleos: al Salone di Parigi si presenta in Europa
Anteprime

Renault Koleos: al Salone di Parigi si presenta in Europa

Il SUV della Losanga cambia pelle ed arriva nel Vecchio Continente

Renault-Nissan e Microsoft, insieme per l’auto connessa e la guida semi-autonoma
Tecnica

Renault-Nissan e Microsoft, insieme per l’auto connessa e la guida semi-autonoma

L’Alleanza Renault-Nissan e Microsoft hanno sottoscritto un accordo pluriennale per lo sviluppo di tecnologie di nuova generazione.

Renault e Dacia: svelate le novità per il Salone di Parigi 2016
Anteprime

Renault e Dacia: svelate le novità per il Salone di Parigi 2016

Il marchio francese e quello rumeno appartenenti sveleranno alla kermesse parigina una serie di interessanti novità e aggiornamento.