Google cerca designer per la vettura a guida autonoma

Il colosso americano Google cerca un designer che si occupi di offrire un aspetto accattivante alla sua vettura a guida autonoma.

Lo sviluppo e i test della Google Car, vettura a guida autonoma del Colosso di Mountain View continua spedito lungo le strade degli Stati Uniti. Ora però, "Big G" vorrebbe regalare alla sua futura auto un aspetto più accattivante rispetto a quello visto sui prototipi utilizzati fino ad ora. Per questo motivo, sul sito dell'azienda americana è apparso un annuncio di lavoro indirizzato ai possibili canditi che dovranno vantare numerosi requisiti .

Google cerca infatti un designer professionista con almeno 8 anni di esperienza nel settore, forte di una laurea in design industriale (titolo o pratica equivalente) che "dovrà pianificare, seguire e completare il design con soluzioni innovative".

Il compito non semplice del nuovo designer di Google sarà comprensivo di ideazione, sviluppo e lancio del prodotto, con lo scopo di ottenere una vettura dal design originale e nello stesso tempo affascinante, capace di distinguersi dalla futura concorrenza rappresentata da aziende del Calibro di Tesla e Apple, entrambe impegnate ormai da tempo nello sviluppo di vetture di questo tipo.

Se vuoi aggiornamenti su GOOGLE CERCA DESIGNER PER LA VETTURA A GUIDA AUTONOMA inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Donnici | 30 novembre 2015

Vedi anche

Peugeot è l’auto ufficiale degli Internazionali BNL d’Italia

Peugeot è l’auto ufficiale degli Internazionali BNL d’Italia

Anche quest’anno saranno le automobili Peugeot ad essere le protagoniste a quattro ruote del torneo.

Ferrari: iniziate le celebrazioni per i 70 anni

Ferrari: iniziate le celebrazioni per i 70 anni

Il 12 marzo del 1947 Enzo Ferrari mise in moto la 125 S, prima vettura della Casa del Cavallino Rampante.

Marchionne: produzione Fiat Panda via da Pomigliano

Marchionne: produzione Fiat Panda via da Pomigliano

La Fiat Panda sarà assemblata in Polonia per destinare l’impianto di Pomigliano alla produzione di modelli più complessi.