Renault Alpine A110-50 Concept: il mito ritorna

Con 400 CV sotto il cofano e le porte ad ali di gabbiano l’A110-50 Concept fa sognare gli appassionati.

Renault Alpine A 110-50 Concept

Altre foto »

Ricordate la mitica Alpine A110? Quella che vinceva nei rally andando sempre di traverso? Bene, adesso potrebbe tornare, magari in chiave moderna, con tanto di propulsore esagerato e dimensioni compatte. Lo anticipa il Concept A110-50 apparso in contemporanea al GP di Montecarlo. Si tratta di un'auto dall'estetica mozzafiato tutta curve e muscoli che potrebbe essere prodotta in serie limitata.

Per adesso, sotto la pelle da concept, che propone soluzioni stilistiche di grande impatto, a cominciare dal frontale studiato intorno al simbolo della Losanga, fino ad arrivare al grande alettone di coda dall'andamento caratteristico, troviamo una Megane Trophy con tanto di telaio tubolare e motore V6 3.5 portato fino a 400 CV.

Considerato il peso inferiore ai 900 Kg, l'Alpine di nuova generazione dovrebbe essere molto divertente nel misto e abbastanza agile da non far rimpiangere la sua antenata. Come abbiamo visto di recente, il passo da prototipo ad auto di serie è meno lungo di quanto si possa pensare e, visto l'interesse suscitato dall'Alpine A110-50 Concept, potrebbe avvenire in tempi brevi.

Se vuoi aggiornamenti su RENAULT inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Valerio Verdone | 28 maggio 2012

Altro su Renault

Renault Clio Costume National Limited Edition: da 18.400 euro
Ultimi arrivi

Renault Clio Costume National Limited Edition: da 18.400 euro

Un’edizione limitata a soli 100 esemplari numerati celebra il successo della collaborazione tra la Casa del Rombo e la nota Maison di moda.

Renault Twizy Cargo: prezzi da 8.090 euro
Aziendali

Renault Twizy Cargo: prezzi da 8.090 euro

La Renault Twizy arriva in versione veicolo commerciale pensata per le piccole consegne in città.

Nuova Renault Twingo: la prova su strada
Prove su strada

Nuova Renault Twingo: la prova su strada

La citycar francese da il meglio di sé in città ma non disdegna le gite fuoriporta.