Renault Alpine A110-50 Concept: il mito ritorna

Con 400 CV sotto il cofano e le porte ad ali di gabbiano l’A110-50 Concept fa sognare gli appassionati.

Renault Alpine A 110-50 Concept

Altre foto »

Ricordate la mitica Alpine A110? Quella che vinceva nei rally andando sempre di traverso? Bene, adesso potrebbe tornare, magari in chiave moderna, con tanto di propulsore esagerato e dimensioni compatte. Lo anticipa il Concept A110-50 apparso in contemporanea al GP di Montecarlo. Si tratta di un'auto dall'estetica mozzafiato tutta curve e muscoli che potrebbe essere prodotta in serie limitata.

Per adesso, sotto la pelle da concept, che propone soluzioni stilistiche di grande impatto, a cominciare dal frontale studiato intorno al simbolo della Losanga, fino ad arrivare al grande alettone di coda dall'andamento caratteristico, troviamo una Megane Trophy con tanto di telaio tubolare e motore V6 3.5 portato fino a 400 CV.

Considerato il peso inferiore ai 900 Kg, l'Alpine di nuova generazione dovrebbe essere molto divertente nel misto e abbastanza agile da non far rimpiangere la sua antenata. Come abbiamo visto di recente, il passo da prototipo ad auto di serie è meno lungo di quanto si possa pensare e, visto l'interesse suscitato dall'Alpine A110-50 Concept, potrebbe avvenire in tempi brevi.

Se vuoi aggiornamenti su RENAULT inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Valerio Verdone | 28 maggio 2012

Altro su Renault

Renault Twingo 2014, prezzo da 8.950 euro
Ultimi arrivi

Renault Twingo 2014, prezzo da 8.950 euro

Abbiamo guidato la quarta generazione della Twingo, provata nelle motorizzazioni SCe 70 cavalli ed Energy 90 cavalli.

Formula E: il "circus" elettrico parte da Pechino
Motorsport

Formula E: il "circus" elettrico parte da Pechino

Il prossimo sabato debutta nella capitale cinese il primo campionato mondiale disputato con monoposto elettriche da competizione.

Renault e Bolloré insieme per l
Ecologiche

Renault e Bolloré insieme per l'auto elettrica

Renault e Bolloré confermano una strategia comune per incentivare la diffusione dell'auto elettrica portando in Francia la produzione della Bluecar.