Furti d'auto in Italia: sempre meno le vetture recuperate

Nel 2013 sono state meno della metà le auto rubate in seguito ritrovate. La situazione è più pesante nel Sud Italia.

Ogni anno si perdono le tracce di circa 66.000 veicoli rubati su un totale di 111.921 furti, con il numero dei mezzi recuperati in costante calo. A ufficializzarlo sono i dati diffusi dal Ministero dell'Interno ed elaborati da LoJack Italia, che li ha pubblicati nel "Dossier annuale sui Furti d'Auto 2013". 

Il rapporto è riferito allo scorso anno e dice che si è raggiunta la soglia minima delle vetture rubate e poi ritrovate  (41% del totale), a conferma di un'evoluzione che vede sempre più la presenza di ladri professionisti in sostituzione dei cosiddetti "topi d'auto". 

I dati sono comunque da valutare in un contesto che vede una situazione generale di forte difficoltà dovuta alla crisi economica, a cui si sommano i tagli alle spese per le Forze dell'Ordine che hanno portato ad un indebolimento dell'efficacia delle misure tese a sventare un furto o a recuperare il veicolo sottratto.  

Altro elemento decisivo, secondo il rapporto di LoJack, è la proliferazione di istruzioni e guide che, unite alla disponibilità di dispositivi elettronici a basso prezzo necessari per rubare le vetture, ha fornito ai ladri tutti gli strumenti più importanti per fare un vero e proprio salto di qualità. 

Le statistiche sono influenzate anche dal crescente interesse per questo giro d'affari da parte della criminalità organizzata, che in certe occasioni è riuscita a mettere in piedi un business delle auto rubate capace di varcare i confini nazionali. La tendenza in atto non è certo una novità e consiste molto spesso nell'esportazione delle vetture in paesi esteri, specie quelli dell'Europa dell'Est, dove poi vengono rivendute sul mercato dell'usato o smontate al fine di rivendere i pezzi di ricambio

In totale solo 4 auto su 10 vengono recuperate e restituite al proprietario, ma la situazione varia in rapporto a precise aree geografiche. Campania e Lazio sono ai primi due posti per numero di furti con 22.268 e 19.525 veicoli rubati nel 2013 e una percentuale di recuperi del 28 e 27% rispettivamente, mentre all'opposto si posizionano il Veneto e l'Emilia Romagna, che hanno fatto registrare le più alte percentuali di ritrovamento con il 77 e 75%. 

Il Sud Italia si conferma comunque l'area più interessata da questo tipo di crimine, con la Sicilia terza a quota 16.271 furti e la Puglia quinta con 14.730 vetture rubate, mentre in mezzo c'è il quarto posto della Lombardia, che ha visto 14.998 automobilisti privati illecitamente della propria macchina.

Se vuoi aggiornamenti su FURTI D'AUTO IN ITALIA: SEMPRE MENO LE VETTURE RECUPERATE inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Giuseppe Cutrone | 20 maggio 2014

Vedi anche

Bollo auto: sconto per chi sceglie la domiciliazione bancaria

Bollo auto: sconto per chi sceglie la domiciliazione bancaria

In Lombardia è previsto uno sconto del 10% sul bollo auto per chi sceglie la domiciliazione bancaria.

Bollo auto: chi non paga, non potrà circolare

Bollo auto: chi non paga, non potrà circolare

Emendamento PD alla Legge di Stabilità: dal 2018 i centri revisione controlleranno anche la situazione bollo. Niente collaudo per chi non pagherà.

Trump presidente USA: gli effetti sul mondo dell

Trump presidente USA: gli effetti sul mondo dell'auto

L'elezione di Donald Trump alla Casa Bianca avrà conseguenze anche sul mondo dell'auto, con particolare attenzione ad emissioni e delocalizzazione.