Ford: utili alle stelle, ma è merito dei benefici fiscali

La Casa nel 2011 ha guadagnato 20,2 miliardi di dollari contro i 6,56 del 2010. L’ad Mulally: «Sulla buona strada per gli obiettivi a medio temine».

Ford: utili alle stelle, ma è merito dei benefici fiscali

di Eleonora D'Uffizi

27 gennaio 2012

La Casa nel 2011 ha guadagnato 20,2 miliardi di dollari contro i 6,56 del 2010. L’ad Mulally: «Sulla buona strada per gli obiettivi a medio temine».

Gli utili della Ford Motor Company, nell’ultimo trimestre del 2011, sono schizzati a 13,62 miliardi di dollari contro i 190 milioni dello stesso periodo del 2010. Il guadagno contabile straordinario di 12,4 miliardi di dollari, che non era così alto dal 1998, è dovuto però non a un improvviso aumento delle vendite ma a delle poste straordinarie, dei benefici fiscali una tantum.

Per l’intero 2011, la Casa di Detroit ha visto i suoi profitti raggiungere i 20,2 miliardi di dollari dai 6,56 miliardi del 2010 e per il terzo anno consecutivo chiude con un utile. Il profitto del solo settore automotive però, prima delle tasse, è sceso a 586 milioni rispetto ai 741 milioni precedenti, a causa dell’elevato costo delle commodities, e le azioni Ford sono indicate in forte calo.

Alan Mulally, l’amministratore delegato del colosso statunitense, è ottimista e ha dichiarato: «Nonostante le continue incertezze che caratterizzano l’attuale contesto, la Ford è sulla buona strada per raggiungere i suoi obiettivi nel medio termine».