Aston Martin Vulcan: hypercar a Ginevra 2015

Da Aston Martin le prime immagini ufficiali e le caratteristiche tecniche della inedita hypercar da 800 CV Vulcan, che vedremo al Salone di Ginevra.

Aston Martin Vulcan: hypercar a Ginevra 2015

Tutto su: Aston Martin

di Francesco Giorgi

26 febbraio 2015

Da Aston Martin le prime immagini ufficiali e le caratteristiche tecniche della inedita hypercar da 800 CV Vulcan, che vedremo al Salone di Ginevra.

Linee tese, snelle e spigolose, come una “evoluzione” della DB10 che si prepara a mostrarsi agli appassionati nelle sequenze dell’ultimo film di James Bond. [glossario:carbonio] a profusione e un’innegabile allure corsaiola. Ecco, in estrema sintesi, le note caratteristiche peculiari della inedita Aston Martin Vulcan, spettacolare hypercar da destinare alla pista che il marchio di Gaydon oggi di proprietà di Investindustrial, il private equity di Andrea Bonomi, presenterà in forma ufficiale, nei prossimi giorni, al Salone di Ginevra (in programma da giovedì 5 a domenica 15 marzo).

Aston Martin Vulcan viene anticipata in queste ore nelle prime immagini ufficiali e nelle caratteristiche progettuali e tecniche; la vettura è destinata alla vendita a un ristrettissimo “club” di facoltosi appassionati: ne saranno prodotte soltanto 24 unità, e già si sa che non sarà omologata per impieghi stradali. Il suo ruolo, dunque, è di diretta concorrente dell’esclusivo segmento delle hypercar più estreme, quali Ferrari FXX K e LaFerrari, McLaren P1 GTR anch’essa in procinto di essere mostrata a Ginevra e Pagani Zonda R.

Tutto, nella nuova Aston Martin Vulcan, contribuisce a costruire un’immagine “racing” (non a caso, si tratta di un modello che Aston Martin ha sviluppato sulla scorta della propria più recente esperienza nel motorsport, settore al quale il marchio di Gaydon è da sempre legato a filo doppio), a cominciare dal corpo vettura realizzato in una monoscocca in fibra di carbonio; lo stesso materiale è stato impiegato per la carrozzeria, che mette in evidenza un andamento nel quale l’aerodinamica (da segnalare gli studi sulla deportanza, visibili nell’ampio spoiler anteriore, nelle larghe bandelle laterali sottoporta e, al posteriore, nel vistoso [glossario:alettone] e nel [glossario:diffusore] inferiore) ha prodotto una vettura dalle linee particolarmente slanciate e tese. Anche l’abitacolo, nella sua semplicità, denuncia le finalità da pista della Vulcan: interamente realizzato in fibra di carbonio, viene già allestito con un rollbar integrale con funzioni di telaio supplementare.

Sotto il cofano, la nuova Aston Martin Vulcan denuncia una certa “parentela” con un altro modello memorabile nella sua storia più recente: la hypercar One-77, dalla cui esperienza nell’engineering deriva l’unità da 7 litri aspirata, con architettura a 12 cilindri a V, in grado di sprigionare oltre 800 CV. Il motore, per evidenti necessità di distribuzione dei pesi, è stato collocato in posizione anteriore – centrale, e riguardo alla trasmissione viene abbinato a un cambio sequenziale Xtrac a sei rapporti. L’assetto sfrutta uno schema di sospensioni pushrod con geometria anti – dive, completato da ammortizzatori regolabili a sistema Multimatic Dssv (Dynamic Suspension Spool Valve). L’equipaggiamento tecnico della nuova Aston Martin Vulcan si completa con la presenza di un impianto frenante regolabile dal pilota e un Traction Control anch’esso regolabile. L’impianto frenante fornito da Brembo è, “ovviamente”, carboceramico (dischi da 380 mm all’anteriore e 360 mm al posteriore). Per le ruote (cerchi da 19″), Michelin ha studiato un tipo di [glossario:pneumatico] ad hoc da 345/30 – 19 al retrotreno.

L’approccio alla nuova Aston Martin Vulcan sarà, per i clienti-piloti, graduale; il marchio di Gaydon ha predisposto, per il 2016, un percorso di avvicinamento alla vettura che si articolerà su giornate in pista sui principali autodromi del mondo e corsi di guida che saranno tenuti da Darren Turner, pilota ufficiale Aston Martin; in questi eventi, Aston Martin, insieme ai simulatori professionali per il training al volante, metterà a disposizione dei clienti – piloti i propri modelli più performanti, dalla V12 Vantage S alla Vantage Gt4 fino alla One-77.