Caterham Seven Superlight Twenty: nuova edizione limitata

Appena 20 esemplari, tutti numerati, per celebrare i vent’anni dal lancio della iconica “Superlight”: è la Caterham Seven Superlight Twenty.

Caterham Seven Superlight Twenty: nuova edizione limitata

di Francesco Giorgi

14 settembre 2015

Appena 20 esemplari, tutti numerati, per celebrare i vent’anni dal lancio della iconica “Superlight”: è la Caterham Seven Superlight Twenty.

Dopo la recente delibera di tre nuove varianti (“270“, “360” e “480“), chiamate a posizionarsi a metà gamma tra la versione – base 160 e la più performante 620R sovralimentata, Caterham si prepara a portare al debutto una inedita edizione ultralimitata della Seven Superlight, uno dei modelli – icona fra gli appassionati di vetture ad alte prestazioni. Da tempo sostanzialmente immutata nell’impostazione progettuale, la iconica erede della leggendaria Lotus Seven che si caratterizza per l’estrema leggerezza del corpo vettura e soluzioni tecniche (la trasmissione – rigorosamente manuale – a sei rapporti, la [glossario:carreggiata] anteriore più ampia) dedicate a quanti desiderano ottenere prestazioni ancora più entusiasmanti, viene ora arricchita con un inedito allestimento, che celebra i primi vent’anni dal lancio di Caterham Seven Superlight. Si tratta di Caterham Seven Superlight Twenty, che sarà prodotta in appena venti esemplari.

A livello estetico, la Caterham Seven Superlight Twenty si segnala per l’adozione di pannelli in alluminio volutamente lasciato grezzo, a formare la carrozzeria che mantiene le ben conosciute linee “a siluro” tipiche del progetto “Seven“: questa soluzione, chiaramente un omaggio alla “Superlight” che venne prodotta in soli 200 esemplari, offre – rispetto a una “normale” carrozzeria verniciata – un risparmio di circa 6 kg. Esclusivi, per i venti fortunati appassionati che potranno accaparrarsi uno degli altrettanti esemplari di Caterham Seven Superlight Twenty programmati dalla piccola factory d’oltremanica, sono anche il quadro strumenti, i sedili dal guscio in fibra di carbonio “presi a prestito” dalla più potente 620R e, quali accenti distintivi della serie ultralimitata, le targhette identificative che riportano la numerazione progressiva di ciascun esemplare, nonché la chiave di avviamento e il pomello del cambio, che portano incisa la scritta “Superlight Twenty“. Il telaio presenta una nuova verniciatura “effetto titanio”. In fibra di carbonio anche alcuni particolari estetici e aerodinamici: l’alettone posteriore, i caratteristici archi copriruota e il piccolo “muso”. L’assetto prevede un kit di sospensioni specificamente ritarate per questo modello.

La Caterham Seven Superlight Twenty, sotto il cofano, viene equipaggiata con una “vecchia conoscenza”: il collaudato Ford da 1,6 litri con distribuzione a valvole a fasatura variabile, che i tecnici Caterham hanno ulteriormente “riveduto e corretto” per ottenere una potenza di 135 CV: una “cavalleria” non “estrema” in senso assoluto, ma che – abbinata al “peso piuma” della roadster inglese nonché all’adozione di componenti “racing” per il gruppo motopropulsore (cambio manuale a sei rapporti ravvicinati, volano alleggerito, differenziale a slittamento limitato) – permette alla piccola Caterham Seven Superlight Twenty di raggiungere una velocità massima di 196 km/h e, soprattutto, un tempo di accelerazione da 0 a 100 km/h che viene dichiarato in appena 4,9 secondi.