Morgan AR Plus 4: serie speciale per i 65 anni del modello

Immagine ancora più sportiva e una "firma" di prestigio (Cosworth) al 2 litri che sale a 225 CV: è la Morgan AR Plus 4 che sarà "tirata" in 50 unità.

Morgan AR Plus 4: immagini ufficiali

Altre foto »

Sempre diversa ma sempre uguale a sé stessa, in grado di dettare mode e tendenze proprio perché è fuori moda, da decenni seguita da appassionati: così, costantemente rinnovata ma sempre immutata, dal 1936 è la produzione Morgan. Le roadster di Malvern fanno parte del ristretto club di vetture costruite con una cura artigianale che affonda le proprie origini agli albori dell'automobilismo; tuttavia, negli anni hanno conosciuto numerosi aggiornamenti, l'ultimo dei quali viene svelato nelle caratteristiche progettuali e nelle immagini ufficiali. Si tratta della nuova Morgan AR Plus 4, ultima evoluzione - in ordine di tempo - del progetto "Plus 4" che debuttò nel 1950 come sostituta, a motore Triumph, della 4/4, la prima Morgan a 4 ruote che era entrata in produzione nel 1936, dopo il "boom" delle iconiche Morgan a tre ruote che costituirono la prima importante base della storia Morgan.

La nuova Morgan AR Plus 4 sarà declinata in serie limitata (ne sono stati fissati 50 esemplari) proprio per celebrare i 65 anni di vita di Plus 4; ogni esemplare sarà realizzato a mano dagli artigiani della Divisione AR Motorsport di Morgan. Già definito il prezzo di vendita: 54.995 sterline, corrispondenti a circa 77.000 euro; una cifra che da sola la dice lunga sull'esclusività di questa serie speciale: va notato che la "normale" Morgan Plus 4 parte, in listino, da 57.165 euro (mercato italiano). Ma si tratta dell'edizione da 154 CV, ben lontana dalla grinta espressa dalla nuova Morgan AR Plus 4, e che si avverte nell'allestimento del corpo vettura e dell'abitacolo come "sotto il cofano".

La nuova Morgan AR Plus 4 si segnala per l'adozione di nuovi gruppi ottici a Led e una capote di nuova progettazione, sviluppata con l'obiettivo di creare un elemento in grado di isolare acusticamente l'abitacolo per garantire un adeguato comfort a conducente e passeggero. Allo stesso modo, la vettura presenta un ampio ricorso a pannelli fonoassorbenti, mentre per definire un'immagine "nuda e cruda" alla vettura (e dunque ancora più sportiva) è da segnalare la decisione di lasciare "in bella vista" una serie di accenti in alluminio nell'abitacolo: pannelli porta, parte inferiore della plancia, tunnel del cambio, strumentazione. Nuovo, a livello di assetto, il set di sospensioni regolabili così come l'impianto frenante: ingredienti scelti dai tecnici AR Motorsports per offrire emozioni uniche su strada e nei "track day" ai (pochi) appassionati che se ne accaparreranno un esemplare.

E' anche per questo che la componente powertrain è stata individuata in un partner da sempre legato al filo doppio al motorsport: la motorizzazione scelta per la nuova Morgan AR Plus 4 è la consueta "aspirata" da 2 litri di cilindrata che equipaggia la gamma Plus 4; ma la novità, in questo caso, è tutta contenuta nella prestigiosa "firma" che compare sul coperchio punterie (in carbonio) e sui tromboncini di aspirazione dell'iniezione: si tratta di Cosworth, che ha "spremuto" dal 2.0 di Morgan Plus 4 una generosa iniezione di "cavalleria", per reggiungere 225 CV di potenza massima.

Se vuoi aggiornamenti su MORGAN PLUS 4 inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Giorgi | 27 luglio 2015