Mini: Coupé e Roadster tutte nuove nel 2015

I tecnici di Oxford sono in procinto di dare il "via" allo sviluppo di una gamma tutta nuova per Mini Coupé e Roadster. Il debutto previsto nel 2015.

Mini Roadster 2012

Altre foto »

Forme sempre nuove per il futuro di Mini, in modo da assicurare alla prolifica stirpe delle vetture made in Oxford un lungo futuro. I tecnici dell'azienda che fa parte del Gruppo Bmw hanno sfornato, dal 2001, numerose versioni (berlina, coupé, roadster, station wagon, non manca la meno fortunata "van"); e, per i prossimi anni, c'è la volontà di andare avanti, e aggiungere nuove declinazioni per la gamma Mini.

>> Guarda le imagini della prova su strada di Motori.it della Mini Cooper S

Stando alle indiscrezioni che in queste ore compaiono sul Web, secondo fonti internazionali, un ingrediente in più sarà conferito dalla nuova piattaforma Bmw Ukl specifica per i modelli di dimensioni medio - piccole e a trazione anteriore, annunciata già nel 2011 e sulla quale Monaco di Baviera ha pianificato lo sviluppo di una dozzina di modelli a breve termine, fra i quali la nuova Mini (attesa, come già si vociferava nelle scorse settimane, con il nuovo motore 1.5 3 cilindri a benzina turbocompresso, che sarà dotato di turbina TwinScroll, iniezione diretta e fasatura variabile continua delle valvole, e costituirà la base portante per una "famiglia" di motorizzazioni con livelli di potenza da 120 a 200 CV ), che con ogni probabilità sarà un po' più grande nelle dimensioni.

Questa, però, non è l'unica novità che vedremo a bordo della nuova Mini. Secondo Motor Authority, il nuovo corso di Oxford sulla base della piattaforma Bmw Ukl darà il "via" allo sviluppo di nuove versioni. Un po' a sorpresa, si indica che il programma di rinnovamento della gamma non comprenderà le declinazioni Coupé e Roadster, secondo l'attuale concezione stilistica.

Ma l'assenza di queste ultime due versioni non vuol dire che, nel futuro, Mini sarà offerta esclusivamente come berlina e station wagon. Uno dei nuovi modelli Mini che vedremo, presumibilmente entro un paio d'anni, sarà una declinazione sportiva completamente nuova, dalle forme ancora più arrotondate e dagli interni hi-tech (magari ripresi dalla recentissima concept "Vision"): non condividerà, dunque, alcun elemento con l'attuale produzione Mini, seppure manterrà alcuni degli stilemi presenti in tutta la gamma, come la forma arrotondata dei fari anteriori e le ampie cornici (sia all'anteriore che al posteriore).

Allo stesso modo, ci si può aspettare che la nuova sportiva di Mini - che potrebbe essere equipaggiata con un 2 litri TwinPower Turbo 4 cilindri, ovviamente Bmw) sarà offerta in versione Coupé e Roadster, e come sempre negli allestimenti "S" e John Cooper Works: una strategia che può essere individuata nella volontà di offrire una vettura tecnologicamente e stilisticamente interessante, in special modo se si considerano i volumi di vendita minori (quasi "di nicchia") rispetto alle ben più diffuse versioni berlina e "station".

 

Se vuoi aggiornamenti su MINI MINI inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Giorgi | 06 agosto 2013

Altro su MINI MINI

MINI Cooper Cabrio: la prova su strada
Prove su strada

MINI Cooper Cabrio: la prova su strada

Al volante della scoperta inglese si può guidare il fascino e il carisma della "piccola" sportiva, cresciuta molto rispetto al passato.

Mini Seven: nuova serie speciale al Salone di Parigi
Anteprime

Mini Seven: nuova serie speciale al Salone di Parigi

Ispirata alla storica Austin Seven del 1959, la nuova Mini Seven sarà esposta a Parigi insieme alle altre novità del marchio di Oxford.

Mini John Cooper Works Cabrio by AC Schnitzer
Tuning

Mini John Cooper Works Cabrio by AC Schnitzer

Dopo la JCW esposta all'Essen Motor Show 2015, AC Schnitzer presenta la "sorella" Cabrio di recente debutto: immagine più aggressiva e 35 CV in più.