Mini Challenge 2020: riparte il 18 luglio e arriva una novità

Con l’annuncio del calendario, che si chiude a Monza il 17-18 ottobre, è stata annunciata anche la serie speciale MINI Challenge Edition

Finalmente inizia il tanto atteso campionato monomarca, che segue la partecipazione di Mini alla Dakar vinta con Carlos Sainz, il Mini Challenge, che è giunto alla nona edizione. D’altra parte, il motorsport è sempre stato una costante per la Casa britannica che ha dato vita anche ad una gamma John Cooper Works che vede al vertice per caratteristiche tecniche la Mini GP da 306 CV.

Due tipologie di vetture basate sulla Mini John Cooper Works

Anche quest’anno i team, sponsorizzati dai concessionari Mini e da Promodrive, si sfideranno con i loro piloti nel corso dei cinque weekend di gara programmati da luglio ad ottobre all’interno degli Aci Racing Weekend, promossi da ACI Sport Italia, sui più importanti circuiti italiani. Due le vetture che scenderanno in pista: la Mini John Cooper Works Challenge Pro e la Mini John Cooper Works Challenge Lite. Si tratta di auto sviluppate con il prezioso supporto di Promodrive Automotive che sfruttano la base della Mini John Cooper Works a 3 porte. La prima vanta una potenza di 265 CV, mentre la seconda si ferma a 231 CV, entrambe presentano un allestimento specifico racing che annovera un Safety Kit e un Aerodynamic Kit per accrescerne performance e sicurezza. La prima gara ci sarà il 18-19 luglio al Mugello, l’ultimo appuntamento invece è previsto per il 17-18 ottobre presso l’autodromo di Monza. Per seguire tutti i duelli in tempo reale ci si potrà collegare sul canale FB o sul sito web mini.it dove verrà trasmessa la diretta streaming.

“Il Mini Challenge è un progetto di successo cresciuto negli anni, lo scorso anno è stato quello più rilevante con 23 auto in griglia di partenza. In realtà questo è il frutto della continuità del campionato e di caratteristiche che caratterizzano anche i modelli del nostro Brand, spiega Stefano Ronzoni, Direttore Mini Italia, gli ingredienti di questo successo sono soprattutto il divertimento, l’adrenalina nella guida e l’essere cool. Nel Mini Challenge il go-kart feeling è portato all’estremo grazie ad un kit racing sviluppato ad hoc, inoltre i costi sono contenuti e la formula weekend è semplice e divertente. Nonostante il periodo difficile abbiamo voluto continuare questo progetto che vede una parte nuova quella dell’Academy per sostenere i giovani talenti grazie a dei tutor”.

Arriva la Mini Challenge Academy per creare i piloti del futuro

I giovani vanno supportati, indirizzati, guidati, per questo è nato il progetto Academy che nel Mini Challenge aiuterà i piloti in erba ad ambientarsi e ha dare il meglio sugli impegnativi circuiti del Bel Paese. Stefano Gabellini, responsabile Promodrive ci espone il concetto che sta dietro alla realizzazione di questa “università della guida”: “la Mini Challenge Academy è nata per far accedere i più giovani al mondo del motorsport, le auto le seguiremo noi direttamente, mentre i ragazzi verranno seguiti da tutor esperti per consentirgli di capire ad ogni weekend ogni aspetto delle gare. La classifica under 25 per i partecipanti dell’Academy vedrà una graduatoria per loro e poi ci sarà un premio speciale per il vincitore”.

Una serie speciale ispirata alle corse

Con la presentazione del nuovo calendario del Mini Challenge arriva anche una novità di prodotto, una Limited Edition, la Mini Challenge Edition ispirata alla vittoria al rally di Montecarlo con un anteriore arricchito da faretti addizionali a LED con tanto di cromature riproposte anche sulla fiancata. L’auto verrà customizzata con il nome di ogni cliente sul secondo finestrino, proprio come le MINI da corsa, mentre sulla fiancata c’è il logo con il numero per le 35 unità +1 per Mini Italia. Ovviamente, non manca il tetto con tanto di personalizzazione Challenge Edition. Gli interni hanno sedili sportivi John Cooper Works, la strumentazione digitale, soglie battitacco dedicate ed una grafica particolare sulla plancia.

La base è quella della Mini John Cooper Works 3 porte forte di un motore 2 litri turbo da 231 CV accoppiato ad un cambio automatico ad 8 rapporti. Le prestazioni sono super: 0-100 km/h in 6,1 secondi e 246 km/h di velocità massima. Per quanto riguarda il prezzo, il listino recita 43.900 euro, ma la Mini Challenge Edition con una serie di optional che rende completa la dotazione offre un vantaggio cliente di 4.390 euro. Ovviamente, grazie il catalogo degli accessori si può personalizzare ulteriormente l’auto, e c’è un’offerta particolare per il volante sportivo in Alcantara ed i tappetini dedicati offerti ad un costo di 725 euro.

Mini Challenge 2020: le immagini ufficiali Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Mini Countryman restyling 2020

Altri contenuti