Mini 2021: novità e caratteristiche del restyling

Dopo l’upgrade a Mini Countryman, la compatta di Oxford completa l’operazione-maquillage: tutti i dettagli del nuovo stile.

La terza serie “moderna” della compattissima di Oxford si aggiorna: un’operazione di “maquillage” che giunge quasi in concomitanza con le celebrazioni per i vent’anni dall’epocale passaggio di consegne fra la longeva “prima generazione”, rimasta in produzione per oltre quarant’anni (1959-2000), e la prima lineup prodotta sempre a Oxford tuttavia sotto la nuova bandiera di Bmw Group. La “proprietà” è, nel tempo, rimasta la stessa; l’evoluzione della gamma Mini è stata invece decisamente ampia nell’ultimo ventennio: dai modelli-standard a tre porte sono via via derivate le configurazioni Cabrio, Clubman, Countryman, Paceman, la bella quanto effimera Coupé e Roadster (prodotta per circa 4 anni e mai più “replicata”), fino ad arrivare – ed è cronaca del 2020 – alla attesissima Cooper SE che ha contribuito al debutto del marchio di oltremanica nel settore dell’auto elettrica, dopo un primo approdo in chiave ibrida.

Il debutto è imminente

Già definita la timeline di esordio commerciale: la nuova lineup Mini restyling debutterà su scala globale a marzo 2021. Più avanti verranno dunque resi noti i dettagli relativi ai prezzi di vendita per l’Italia, che in ogni caso dovrebbero non discostarsi troppo dagli attuali listini di inizio 2021 (si parte da 18.250 per la versione Mini One 75 CV 3 porte).

Esterni: la nuova impostazione

Sotto i riflettori di Oliver Heilmer, responsabile della Divisione Design di Mini, le differenze di stile che contrassegnano la nuova edizione 2021: un aggiornamento che ad una prima occhiata appare più “discreto” che “urlato”, maggiormente orientato alla ridefinizione di alcuni dettagli anziché ad uno “stravolgimento” delle linee esterne. Il taccuino degli upgrade può essere sintetizzato come segue:

  • Nuova impostazione per la zona frontale (calandra provvista di cornice in nero lucido più ampia verso la presa d’aria inferiore; pannello targa in tinta carrozzeria anziché nero; due feritoie verticali, finalizzate al miglioramento della penetrazione aerodinamica, al posto dei fendinebbia)
  • Gruppi ottici a Led di serie (a richiesta sono disponibili i fari a tecnologia Matrix Led con funzione Cornering ed abbaglianti automatici)
  • Un “refresh” al conosciutissimo disegno delle fiancate
  • Nuova modanatura inferiore al paraurti posteriore ridisegnata, con soltanto un retronebbia centrale al posto dei due precedenti
  • Fanaleria posteriore a Led con grafiche “Union Jack” di serie su tutta la gamma
  • Inedito “Multitone Roof” (combinazione cromatica realizzata con l’impiego di una nuova tecnica di verniciatura per offrire una nuance di tinte che vanno dal San Marino Blue al Pearly Aqua al Jet Black per offrire ad ogni cliente un’ulteriore personalizzazione quasi unica)
  • Tre nuove tinte carrozzeria disponibili (ovvero Rooftop Grey, Island Blue metallizzato e Zesty Yellow, con quest’ultimo che nelle prime fasi di commercializzazione sarà disponibile unicamente per Mini Cabrio) ad aggiungersi alla tavolozza di colori che propone, fra gli altri, l’Aspen White, il Melting Silver, il Chili Red (esclusivo di Mini John Cooper Works) ed il citato Jet Black
  • Nuovi disegni per i cerchi in lega da 17” e da 18”.

Abitacolo: ecco cosa cambia

All’interno, l’impostazione scelta per Mini 2021 risponde, così come avvenuto per gli esterni, ad una generale minimizzazione degli accenti cromati in favore di elementi in nero. Di seguito le principali novità.

  • Nuovo stile per le superfici interne e per le bocchette di aerazione
  • Volante ridisegnato, e per la prima volta provvisto di sistema di riscaldamento (a richiesta)
  • Nuovo quadro strumenti multifunzione con display da 5.5” a colori configurabile
  • “Oblò” centrale contornato da una nuova finitura in Piano Black, display da 8.8” e nuovo schermo grafico di serie per il controllo delle funzionalità infotainment con connettività agli standard Apple CarPlay e scheda SIM integrata utile alla gestione da remoto (App per device portatili) dei principali parametri della vettura. A questo proposito, si segnala un rinnovamento nel design e nelle funzioni per la Mini App, attualmente (gennaio 2021) scaricabile in forma gratuita dal Google Play Store e dall’Apple App Store in 30 Paesi europei e nella Corea del Sud: attraverso questa applicazione è ad esempio possibile visualizzare da remoto il livello di carburante o lo stato della carica residua, organizzare gli appuntamenti di manutenzione, inviare gli itinerari di navigazione all’infotainment di bordo; specifiche di Mini Cooper SE cono inoltre le funzioni di servizio dedicate (dal controllo a distanza dei processi di ricarica alla gestione da remoto di pre-climatizzazione e pre-riscaldamento)
  • Nuovo rivestimento in tinta Light Chequered per i sedili semi-anatomici
  • Nuovo sistema di illuminazione “ambient” a richiesta.

Dotazioni: le novità hi-tech

Al debutto su Mini 2021 ci sono, fra gli altri:

  • Freno di stazionamento elettrico (a richiesta)
  • Cruise Control adattivo arricchito con la funzione Stop & Go
  • Nuovo Lane Departure Warning, attivo a velocità comprese fra 70 km/h e 210 km/h, e sistema di illuminazione specifico in caso di condizioni meteo avverse
  • Telaio adattivo provvisto di sistema Frequency-Selective Damping (smorzamento selettivo in funzione della frequenza).

Motorizzazioni invariate

Sotto al cofano, la gamma di unità motrici Mini 2021 (tutte Euro 6d) conferma l’assortimento della precedente lineup.

Mini 3 porte

  • Mini One First: 1.5 3 cilindri da 75 CV
  • Mini One: 1.5 3 cilindri da 102 CV
  • Mini Cooper: 1.5 3 cilindri da 136 CV
  • Mini Cooper S: 2.0 4 cilindri da 178 CV.

Mini 5 porte

  • Mini One First: 1.5 3 cilindri da 75 CV
  • Mini One: 1.5 3 cilindri da 102 CV
  • Mini Cooper: 1.5 3 cilindri da 136 CV
  • Mini Cooper S: 2.0 4 cilindri da 178 CV.

Mini Cabrio

  • Mini One: 1.5 3 cilindri da 102 CV
  • Mini Cooper: 1.5 3 cilindri da 136 CV
  • Mini Cooper S: 2.0 4 cilindri da 178 CV.

La gamma Mini 2021 si completa con le “immancabili” versioni John Cooper Works da 231 CV (disponibile anche per la declinazione Cabrio) e con la interessante elettrica Mini Cooper SE da 184 CV e fino a 234 km di autonomia WLTP.

Mini 3 porte, Mini 5 porte e Mini Cabrio 2021: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Altri contenuti