Icona Vulcano: supercar ibrida al Salone di Shanghai

Made in Italy nella sua massima espressione tecnica: V6 biturbo o V12, entrambi ibridi, 870 o 950 CV. E' la Icona Vulcano esposta a Shanghai.

Icona Vulcano: immagini ufficiali

Altre foto »

Una delle "ibride" più potenti e performanti del mondo si trova a Shanghai, è italiana nel nome e nell'anima: sviluppa 870 o 950 CV grazie a un sistema termico elettrico dalla nobile origine. Un modo concreto per dimostrare come l'eccellenza del made in Italy, applicata a un approccio hi-tech, occupa un ruolo da protagonista a livello mondiale. Si tratta della Icona Vulcano che in questi giorni viene esposta al Salone di Shanghai. L'attesa supercar è realizzata in esemplare unico da Cecomp l'azienda che, su disegno Pininfarina, produce le piccole BlueCar, citycar elettriche impiegate nel servizio car sharing di Parigi.

>> Guarda le immagini della Icona Vulcano al Salone di Shanghai 2013

La Icona Vulcano, che avevamo ampiamente illustrato nelle scorse settimane, è una "supercar estrema" (segmento che la mette in ideale competizione con Bugatti Veyron, Ferrari LaFerrari, Pagani Zonda, Porsche 918 e che dimostra di essere particolarmente apprezzato in estremo oriente, e particolarmente in Cina) italiana nell'impostazione powertrain come nella componentistica: pneumatici Pirelli su cerchi da 20" all'anteriore e 21" al posteriore, impianto frenante carboceramico Brembo con dischi da 380 mm; il design del corpo vettura (4,45 la lunghezza, 1,94 m la larghezza, 2670 mm il passo) è sviluppato per la torinese Tecnocad Progetti da Samuel Chuffart, designer con un passato in Nissan, Jaguar, Land Rover e Bertone.

Se le linee della carrozzeria rivelano qualche "spunto esterno" (l'andamento sinuoso e l'abitacolo piuttosto arretrato fanno pensare a Ferrari F12 e 599), è sotto il cofano che si trovano le soluzioni tecniche più interessanti, e destinate a colpire l'immaginazione dei visitatori del Salone di Shanghai.

La Icona Vulcano viene declinata su due motorizzazioni, entrambe sviluppate da Claudio Lombardi, ex responsabile tecnico e direttore sportivo di Ferrari in F1 e a capo dello staff tecnico che diede luce alla Lancia Delta S4, oltre che padre del motore a V di 65° dell'Aprilia RSV4 campione del mondo Superbike con Max Biaggi.

La scelta tecnica operata da Lombardi è ibrida per entrambe le versioni, che differiscono fra loro per cubatura e architettura delle rispettive unità termiche, oltre al numero e alla disposizione dei motori elettrici. La versione più "piccola", chiamata Icona Vulcano H-Competizione, viene equipaggiata con un 3.8 V6 a doppio turbocompressore, abbinato a due motori elettrici, che insieme sprigionano ben 870 CV; le prestazioni: 350 km/h la velocità massima, 2,9 secondi il passaggio 0 - 100 km/h.

Ce ne sarebbe già abbastanza per entusiasmarsi, ma c'è ancora spazio per collocare al vertice la Icona Vulcano H-Turismo, il cui nome - che indicherebbe un impiego turistico - è più "ideale" che pratico. Alle spalle dei due sedili trova posto un V12 da 6 litri, accoppiato a un motore elettrico collocato nella scatola del cambio per 950 CV complessivi. In questo caso, lo scatto 0 - 100 km/h richiede 2 secondi, mentre la velocità massima resta di 350 km/h.

Se vuoi aggiornamenti su ICONA VULCANO: SUPERCAR IBRIDA AL SALONE DI SHANGHAI inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Giorgi | 23 aprile 2013

Vedi anche

Nuova Nissan Micra: in anteprima al Motor Show 2016

Nuova Nissan Micra: in anteprima al Motor Show 2016

L’ultima generazione della citycar giapponese sarà ospitata presso lo stand del Car Of The Year al Padiglione 26, del Motor Show di Bologna

Dacia Sandero Stepway e Duster Black Shadow al Motor Show 2016

Dacia Sandero Stepway e Duster Black Shadow al Motor Show 2016

Lo stand Dacia al Motor Show di Bologna svela la rinnovata Sandero Stepway e il Suv "urban chic" Duster Black Shadow.

Jeep Gran Cherokee 2017 e altre novità al Motor Show

Jeep Gran Cherokee 2017 e altre novità al Motor Show

Il marchio Jeep presenterà sotto i riflettori del Motor Show di Bologna l’edizione 2017 della Grand Cherokee affiancata da altre succulente novità.