V-Vehicle: un nuovo marchio USA produrrà auto “pulite”

Base a San Diego e stabilimenti in Louisiana. Negli USA nasce la V-Vehicle Company: produrrà auto pulite negli ex impianti GM di Monroe

V-Vehicle: un nuovo marchio USA produrrà auto "pulite"

di Francesco Giorgi

22 giugno 2009

Base a San Diego e stabilimenti in Louisiana. Negli USA nasce la V-Vehicle Company: produrrà auto pulite negli ex impianti GM di Monroe

.

Dalle auto… alle auto; però “a impatto zero”. Con questo concetto, sta per nascere un nuovo Costruttore automobilistico negli USA. La sede del nuovo Marchio si trova a San Diego, ma il nuovo impianto produttivo avrà base a Monroe, in Louisiana, nel complesso industriale che fino al 2007 era parte della General Motors.

La notizia, resa nota in questi giorni attraverso il sito web del Dipartimento di Sviluppo Economico della Louisiana, indica che, per la creazione della nuova Casa la cui produzione si orienterà verso autovetture “pulite”, è stato deciso un primo stanziamento di 67 milioni di dollari.

Si chiamerà V-Vehicle Company, e potrà essere operativa nello spazio di 15 mesi, secondo quanto dichiarato dal futuro Amministratore Delegato Frank Varasano, ex Vice Presidente della Oracle Corporation, azienda leader a livello mondiale nel campo della creazione di software informatici, che ha chiamato a Monroe un team di dirigenti che va dal designer Tom Matano, proveniente dalla Mazda e cui si deve la paternità del progetto MX-5, a Horst Metz, già dirigente della società di consulenza industriale e aziendale Booz Allen, a Ray Lane, ex consulente per la Kleiner Perkins (società che ha sede nella Silicon Valley e che si occupa di gestione di fondi societari), azienda che comparirà nell’elenco dei soci finanziatori.

Gli stabilimenti di Monroe hanno “ospitato” la produzione della Delphi Lighting (già Guide Corporation), che produceva impianti di illuminazione per le vetture del Gruppo General Motors.

Secondo le stime, entro 15 mesi sarà presentata la prima vettura a basso impatto ambientale creata da VVC. In questo modo verranno creati circa 1400 posti di lavoro nel nuovo impianto che sarà operativo fra qualche mese e altri 1800 verranno creati nell’indotto della Louisiana.