Volkswagen Santana 2013: pensata per la Cina

Costruita a Shanghai, la nuova berlina Volkswagen Santana avrà motori 1.4 e 1.6 da 90 CV e 110 CV.

Volkswagen Santana 2013: pensata per la Cina

Tutto su: Volkswagen

di Valerio Verdone

30 ottobre 2012

Costruita a Shanghai, la nuova berlina Volkswagen Santana avrà motori 1.4 e 1.6 da 90 CV e 110 CV.

La Volkswagen cala le sue carte per giocare al meglio la partita sul mercato cinese, rinnovando una berlina, la Santana 2013, che tanto ha ottenuto nel corso degli anni e tanto può ottenere, dal punto di vista delle vendite, in futuro. Venduta in 4 milioni di esemplari solamente nel territorio cinese a partire dal lontano 1981, questa berlina è stata completamente rivista per offrire un’immagine attuale, grande comfort e consumi più contenuti.

A guardarla bene è evidente l’intento di accostarla agli ultimi prodotti di Wolfsburg, le superfici lineari, le linee rette che ne caratterizzano il corpo vettura, il frontale e la coda con i gruppi ottici taglienti richiamano a gran voce le ultime berline del Gruppo Volkswagen presenti sul mercato europeo. La piattaforma è tutta nuova e, come vuole il mercato cinese, offre grande spazio interno con un passo di 2.603 mm, mentre il bagagliaio è capiente grazie ad un volume di carico di 480 litri.

Sotto il cofano troviamo due motori a benzina di piccola e media cilindrata, 1.4 e 1.6, in grado di erogare, rispettivamente, 90 CV e 110 CV, ma soprattutto di garantire, sulla carta, percorrenze nell’ordine dei 5,9 l e 6l di benzina per 100 km. Un valore niente male che si unisce ad un percentuale di emissioni ridotta del 28%.

Proposta in tre allestimenti, Trendline, Comfortline e Highline, questa berlina tedesca dai cromosomi cinesi avrà una dotazione che, in base all’allestimento prescelto, vanterà accessori che vanno dall’ESP agli interni in pelle, passando per il clima manuale o automatico e i sensori di parcheggio.