Citroen: la C3 R5 è pronta per il Rally di Germania

La Citroen punta ad ottenere grandi risultati in Germania dove ritrova l’asfalto una superficie sulla quale ha debuttato ottenendo il secondo posto in Corsica.

Tempo di ritorno all’asfalto per la C3 R5 che ha già saggiato questa superficie in Corsica ad inizio aprile, dove ha raggiunto il podio nel WRC2, per la precisione il secondo posto. Inoltre, nelle fasi iniziali della sua carriera agonistica questa Citroen ha conquistato una vittoria scratch nel Rally Lione-Charbonnières-Rhôn.

Per cui la corsa che si appresta a disputare in Germania vede il Double Chevron avere ambiziosi obiettivi. D’altra parte, la tradizione vede protagonista la Casa francese in questo territorio dove ha primeggiato in passato con Xsara, C4 e DS3 WRC.

Si annunciano particolarmente impegnative le crono del primo giorno, tracciate nei vigneti della Mosella , che impongono una guida e delle note assolutamente precise, e quelle che si svolgeranno sul celebre campo militare di Baumholder, sulle sue strade normalmente percorse dai carrarmati, dove sarà fondamentale la gestione degli pneumatici.

Le vetture del Double Chevron saranno affidate all’esperienza di Stéphane Lefebvre, pilota ufficiale Citroën Racing, e Gabin Moreau, il suo copilota. All’equipaggio formato da  Yoann Bonato e Benjamin Boulloud, ed alla coppia formata da Simone Tempestini e Sergiu Itu.

Pierre Budar, Direttore di Citroën Racing ha affermato: “Dopo la Corsica, la C3 R5 si dovrà confrontare in Germania con un tipo di asfalto completamente diverso. Sono praticamente tre rally in uno: tra le vigne il primo giorno, sulle strade di cemento del campo militare il sabato, e altre PS tracciate nei campi. La sfida si preannuncia quindi ancora una volta importante, ma  Stéphane e Yoann hanno già dimostrato di cavarsela bene e hanno il potenziale per conseguire buoni risultati”.

 

Nuova Citroen C3 2020: immagini ufficiali inedite Vedi tutte le immagini
Altri contenuti

Elettrificazione “per tutti” e nuovi servizi alla mobilità al centro della rassegna lombarda che costituisce un’importante manifestazione per la ripartenza dell’intera filiera automotive dopo l’emergenza sanitaria.