Citroen C3 2020: prima prova della versione 1.2 PureTech 110 CV

La raffinata citycar d’oltralpe si rinnova nell’estetica e conferma le sue doti da vettura confortevole e tecnologica.

Nell’affollato mondo delle citycar di segmento B, spicca senza ombra di dubbio la nuova Citroen C3, recentemente aggiornata con un restyling che ha reso ancora più personale il suo volto e ha anche introdotto alcune interessanti novità capaci di rendere questa vettura ancora più appetibile. Per conoscere più da vicino la nuova C3, abbiamo avuto l’opportunità di metterci al volante della versione 1.2 PureTech 110 CV Shine Pack, rimanendone piacevolmente sorpresi.

Sguardo ricco di personalità

Come accennato in precedenza, la nuova C3 sfoggia un inedito frontale che ingloba al centro il simbolo del Double chevron che si estende in due lunghi listelli cromati pronti ad unirsi alla suggestiva firma luminosa dotata di tecnologia LED. Le robuste fiancate sono protette dagli ormai noti Air Bump che su questa vettura si presentano come tre elementi dalla forma rettangolare. Tra le varie qualità della C3 troviamo senza ombra di dubbio il suo elevato livello di personalizzazione, infatti tra le varie tinte degli esterni, del tetto in contrasto e di altri dettagli estetici, come ad esempio le cornici dei fendinebbia, è possibile ottenere ben 97 differenti combinazioni di accostamenti cromatici.

Così comoda che non vorremmo scendere

L’habitat ideale della nuova C3 è la città, la vettura si trova infatti a proprio agio nel traffico urbano grazie alle sue qualità intrinseche che rendono più facile la guida di tutti i giorni. Questo perché la C3 può contare su un corpo vettura dalle dimensioni compatte (3.996 mm di lunghezza), a cui si aggiungono un ampio raggio di sterzata e i sensori di parcheggio abbinati alla telecamera posteriore. Come accennavamo in precedenza, la sua qualità maggiore è il confort che viene enfatizzato dalla presenza dei sedili Advanced Comfort, dotati di una particolare imbottitura realizzata con l’uso di speciali schiume. Dopo ore di guida, non di avvertono particolari affaticamenti, inoltre il corpo viene trattenuto nella propria posizione anche quando si affrontano curve con andature più allegre.

La plancia, moderna e pulita, risulta dominata dal grande display da 7 pollici installato nella console centrale, che elimina quasi tutti i tasti fisici. Tramite lo schermo è possibile infatti controllare le principali funzioni della vettura, a partire dal navigatore satellitare, passando per l’impianto audio, le impostazioni di guida e la climatizzazione automatica. Non manca nemmeno la connettività per smartphone, offerta dalla compatibilità dei sistemi Apple CarPlay e Android Auto.

Se da un lato concentrare tutti i comandi nel sistema multimediale regala un look minimale e hi-tech, dall’altra parte bisogna ammettere che gestendo le varie funzioni esclusivamente dallo schermo – in particolare quelle della climatizzazione – può portare a qualche distrazione di troppo durante la guida. Passando allo spazio interno, la C3 risulta adatta a trasportare cinque persone adulte e i loro bagagli, stivati in un ampio vano posteriore che spazia da 300 a 922 litri che si abbatte il divano posteriore. Non mancano inoltre numerosi vani dove riporre piccoli oggetti, sparsi per tutto l’abitacolo.

 Al volante della C3 1.2 PureTech 110 CV Shine Pack

Alla guida della Citroen C3 1.2 PureTech 110 CV Shine Pack ci si sente immediatamente a proprio agio, non solo per merito dei comodi sedili, ma anche per le sue sofisticate sospensioni che offrono un assetto morbido, in grado di assorbire senza troppi problemi le asperità della strada. Nonostante questa scelta tecnica, orientata più ad una guida turistica, la vettura non si scompone in maniera evidente quando si cerca lo spunto dal piccolo, ma particolarmente vivace motore 1.2 litri turbo benzina da 110 CV e 230 Nm di coppia massima. L’unità turbo sale giri in maniera progressiva e piuttosto veloce, stupisce inoltre la vivacità della ripresa anche quando si utilizzano le marce alte. Un ulteriore nota di merito va al cambio automatico a sei rapporti, che può essere comandato anche in maniera manuale tramite il pomello del cambio, purtroppo mancano i paddle che permettono di non staccare le mani dal volante. Anche in consumi di carburante non deludono, infatti con la C3 siamo riusciti ad ottenere una media di circa 15 km con un litro di benzina.

Prezzi e dotazione

La Nuova Citroen C3 viene proposta ad un prezzo di listino che parte da 14.100 euro, mentre ,a versione 1.2 PureTech 110 CV Shine Pack protagonista della nostra prova viene proposta a partire da 20.100 euro.

Tra le principali dotazione di serie spiccano i seguenti accessori e dispositivi:

  • Profili laterali e passaggio ruota nero opaco
  • Regolatore e limitatore di velocità
  • Retrocamera Vision 180°
  • Riconoscimento dei limiti di velocità
  • Rilevatore di stanchezza
  • Sensori di parcheggio posteriori
  • Sistema anti-arretramento in salita (Hill-Assist)
  • Telecamera retromarcia
  • Tergicristallo automatico con sensore pioggia
  • Tetto in contrasto nero
  • Vetri posteriori oscurati
  • Volante regolabile in altezza e profondità
  • Cerchi in lega da 17 pollici
  • Touchpad 7″ con radio e navigatore
  • Radio mp3 (4 altoparlanti e comandi al volante) con bluetooth e presa usb
  • Interni Citroën Advanced Comfort – Armonia Techwood
  • Citroen Connect Nav

 

Nuova Citroen C3 2020: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Citroen C5 Aircross

Altri contenuti