Rally di Germania: Mikkelsen e la Citroen secondi nel giorno II

Meeke invece è costretto al ritiro ed è un momento amaro per il pilota Citroen.

Il giorno II del Rally di Germania è caratterizzato da un tempo decisamente più clemente, infatti il sole ha scaldato le WRC + ed ha consigliato ai piloti della squadra Citroen Total Abu Dhabi WRT di scegliere degli pneumatici a mescola morbida.

Meeke è partito subito forte, anche per recuperare all’errore della prima speciale, Mikkelsen inizialmente è sembrato un po’ più in difficoltà, mentre Breen ha rovinato una delle gomme anteriori. La mattinata ha visto Mikkelsen protagonista anche di un testacoda, ma le cose non sono andate meglio a Breen che è incappato in due errori che lo hanno rallentato di molto.

Nella PS 15 il norvegese ha fatto la differenza ed è riuscito a frenare il cronometro ad un passo dal primo. Meeke invece è stato costretto al ritiro nella prova speciale 14: un duro colpo per l’irlandese che cercava il rilancio dopo la pausa di riflessione imposta dal team.

A fine giornata comunque la squadra transalpina è riuscita a mantenere la seconda posizione dietro Tanak mettendo un distacco importante nei confronti di Ogier che gravita in terza posizione e mira a racimolare più punti possibili per il mondiale considerato il ritiro del suo rivale numero 1 Neuville.

Non male nemmeno il quinto posto provvisorio di Breen, il quale nonostante le difficoltà è riuscito a rientrare nell’obiettivo che si era prefissato. Rimane l’amaro in bocca per Meeke, reo di un errore grossolano nella prima speciale che non gli ha permesso di correre per le posizioni che contano.

Con una sola giornata all’epilogo del Rally, si profila un risultato importante, il secondo migliore nella stagione per Citroen, con Mikkelsen che è investito di una responsabilità non indifferente.

 

 

 

 

 

Nuova Citroen C3 2020: immagini ufficiali inedite Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Citroen C3 Aircross 2021

Altri contenuti

Elettrificazione “per tutti” e nuovi servizi alla mobilità al centro della rassegna lombarda che costituisce un’importante manifestazione per la ripartenza dell’intera filiera automotive dopo l’emergenza sanitaria.