Ferrari GTC4 Azzurra: la nuova supercar di Lapo

Garage Italia ha realizzato una one-off su base Ferrari GTC4 Lusso: è nata quindi la GTC4 Azzurra che prende spunto dalla Ferrari 400i del 1982.

Ferrari GTC4 Azzurra: la nuova supercar di Lapo

Tutto su: Ferrari GTC4Lusso

di Tommaso Giacomelli

01 febbraio 2018

Lapo Elkann ha realizzato un’altra delle sue eccentriche ed affascinanti vetture, prendendo ispirazione da una Ferrari del passato la 400i, che fa parte della sue collezione personale. Garage Italia si è occupata di creare una one-off deliberatamente ispirata alla quattro posto degli anni ’80, nasce quindi la Ferrari GTC4 Azzurra. L’officina ha giocato sui contrasti creati dalle diverse tonalità di azzurro create ad hoc per questo progetto. Come base per l’Azzurra è stata presa l’ultima evoluzione della GTC4 Lusso che dispone di un motore V12 da 6.3 litri capace di 690 CV e 697 Nm abbinato a un sistema di trazione integrale.

Per cominciare il frontale è stato verniciato con la colorazione specifica Azzurro Lapo, una tonalità appositamente sviluppata dalla R-M per il direttore creativo della Garage Italia. Questo colore lo vediamo sfrecciare anche sulla striscia racing che collega il cofano motore, il tetto e il baule. L’Azzurro Lapo contrasta con l’altro blu adottato per verniciare il restante della carrozzeria e in particolar modo branchie laterali, razze dei cerchi di lega e pinze, personalizzate con il logo Garage Italia, dell’impianto frenante Brembo.

Gli interni mantengono il lusso, il fascino e l’appeal di Ferrari, e riprendono il gioco di colori che Garage Italia ha realizzato per esaltare gli esterni. L’effetto conclusivo è da stropicciarsi gli occhi, per merito anche dei raffinati materiali adottati come pellami e tessuti pregiati. Le sedute sono ispirate al mito Daytona con finiture di pelle intrecciata a mano con inserti in Solaro di Scabal: il pellame è stato realizzato appositamente dalla Foglizzo Leather per la Garage Italia. Tutto il resto è stato rivestito di pelle azzurra, dalla plancia, al tunnel centrale, fino ai fianchetti delle portiere, così come anche il volante, mentre altri particolari, come i tappetini, i rivestimenti della parte bassa dell’auto, le alette parasole e il cielo, sono realizzati con pregiati tessuti che riprendono le tonalità dei pellami.