Mercedes-Benz W126 by Inden Design: quando il tuning incontra la tradizione

Un’elaborazione di scuola americana è quella proposta dalla Inden Design che ha trasformato una storica Classe S in una “Getaway Car”

Mercedes-Benz W126 by Inden Design: quando il tuning incontra la tradizione

Tutto su: Mercedes-Benz Classe S

di Redazione

07 febbraio 2010

Un’elaborazione di scuola americana è quella proposta dalla Inden Design che ha trasformato una storica Classe S in una “Getaway Car”

Comoda ed elegante come si conviene ad un’ammiraglia tedesca, la serie W126 raccoglieva nel 1979 l’eredità della precedente Mercedes-Benz Classe S che fu eletta Auto dell’Anno nel 1974 e che anni dopo avremmo rivisto in azione nel film “Ronin” nell’insolito ruolo di auto “da fuga” grazie al poderoso 8 cilindri da 6,9 litri.

A differenza della sua antenata sembra però che la W126 abbia conservato un fascino immutato, almeno per i responsabili della Inden Design, che recentemente hanno deciso di rispolverare un una loro creazione del 1991: anno che per l’azienda tedesca segnò la trasformazione di un’austera Classe S a passo lungo in una cattivissima “Low Rider”.

Il motore a 8 cilindri è stato modificato per raggiungere la soglia dei 6 litri di cilindrata ed ottenere 386 CV che strillano la loro possenza con una tonalità di scarico che solo oggi ritroviamo nelle versioni AMG. I fari anteriori sono presi in prestito dalla versione dell’ammiraglia tedesca destinate al mercato americano mentre la verniciatura laccata è estesa anche ai paraurti e ai fascioni laterali. Gli unici altri accorgimenti estetici vedono passaruota allargati di ben 7 cm e la griglia del radiatore in colore carrozzeria.[!BANNER]

A donarle un aspetto ancora più aggressivo provevdono l’assetto, irrigidito e ribassato, e gli enormi cerchi in lega da 18 pollici che calzano pneumatici 255/35 all’anteriore e 315/30 al posteriore. L’impianto frenante di marca AP Racing – con dischi da 352 mm e pinze dei freni a 6 pistoncini – è mutuato da quello della Classe C che correva nel DTM.

All’interno da segnalare la presenza di sedili anteriori König Sport completamente rivestiti in pelle Nappa come il resto dell’abitacolo. A questo punto, se non volete passare inosservati e non siete maniaci dell’originalità, vi consigliamo se avete una Classe S degli anni Ottanta di fare un salto alla Inden Design.