Mercedes C63S Amg by Brabus: in anteprima al Salone di Francofote

Brabus, storica factory da sempre legata a Mercedes, svela la propria interpretazione su C63S Amg: 591 CV e 300 km/h. La vedremo all’Iaa.

Mercedes C63S Amg by Brabus: in anteprima al Salone di Francofote

Tutto su: Mercedes-Benz Classe C

di Francesco Giorgi

02 settembre 2015

Brabus, storica factory da sempre legata a Mercedes, svela la propria interpretazione su C63S Amg: 591 CV e 300 km/h. La vedremo all’Iaa.

Brabus, partner storico di Mercedes nella diffusione di accessori e preparazioni aftermarket dedicati ai modelli di Stoccarda, in queste ore svela in anteprima la propria ultima creazione, in ordine di tempo: si tratta di una nuova edizione “riveduta e corretta” di Mercedes C63S Amg, modello di punta della recentemente rinnovata gamma di Mercedes Classe C: grazie all’intervento operato dai tecnici di Affalterbach, la vettura è già in grado, di serie, di sprigionare una potenza di 510 CV e 700 Nm di coppia massima, che le permettono di raggiungere 290 km/h e i 100 km/h con partenza da fermo in 4 secondi. Il tutto accompagnato da un’immagine decisamente aggressiva del corpo vettura e, riguardo alla tecnologia di bordo, dall’adozione dell’assetto sportivo “Ride Control Amg” con [glossario:ammortizzatori] a regolazione elettronica e del sistema Dynamic Select Amg che permette la selezione dell’impostazione di guida desiderata a seconda delle esigenze del conducente. La Mercedes C63S Amg by Brabus sarà svelata all’imminente Salone di Francoforte, in programma dal 15 al 27 settembre, e viene resa nota attraverso le prime immagini e le note tecniche e progettuali, che esprimono un carattere ancora più accentuato per la versione “high performance” di Mercedes Classe C, peraltro in linea con lo spirito che da decenni accompagna le realizzazioni Brabus e che può essere condensato in due concetti: estetica più “cattiva” e una buona dose di potenza in più.

A livello di corpo vettura, la Mercedes C63S Amg by Brabus mette in mostra un inedito bodykit (sviluppato in galleria del vento) in grado, secondo gli specialisti della factory tedesca, di contribuire ulteriormente alla penetrazione aerodinamica: una serie di elementi, tutti in fibra di carbonio, che comprendono un nuovo paraurti anteriore dotato di sottile splitter, nuove prese d’aria ai parafanghi e, posteriormente, un piccolo [glossario:spoiler] sulla sommità del bagagliaio nonché un [glossario:diffusore] di nuovo disegno. Novità anche nei cerchi, che sono Brabus “Monoblock T” da 8.5×20 all’anteriore e 9.5×20 al posteriore, dal disegno a cinque razze, e che montano pneumatici Continental, Pirelli o Yokohama (a seconda della singola specifica di ciascun cliente) rispettivamente da 255/30 ZR 20 e 275/30 ZR 20. Allo stesso modo dell’immagine esteriore, anche l’abitacolo della Mercedes C63S Amg by Brabus è stato oggetto di una buona dose di attenzioni: la linea aftermarket proposta da Brabus prevede specifici battitacco in acciaio inox, leve al volante in alluminio per il cambio marcia, tachimetro con fondo scala portato a 340 km/h e, riguardo ai rivestimenti, nuovi pellami pregiati e [glossario:alcantara] per sedili e rifiniture.

E’ tuttavia sotto il cofano che la Mercedes C63S Amg by Brabus, che vedremo al Salone di Francoforte, concretizza (per la gioia degli appassionati) tutto il proprio carattere. L’intervento, in questo caso, riguarda l’aumento della pressione di sovralimentazione, l’adozione di un nuovo modulo “plug-and-play” per la gestione elettronica del motore, e una specifica mappatura dei diagrammi di accensione e iniezione; l’impianto di scarico, realizzato interamente in acciaio inox, è a sua volta provvisto di elettrovalvola per il controllo del flusso dei gas di scarico. Il risultato è una potenza di 591 CV (81 in più rispetto ai 510 CV di serie) e un aumento della coppia massima da 700 a 800 Nm, disponibili fra 1.750 e 4.500 giri/min. Sui livelli delle più performanti Gt, i valori prestazionali su strada comunicati dall’azienda tedesca indicano che la Mercedes C63S Amg by Brabus raggiunge una velocità massima di 300 km/h e i 100 km/h con partenza da fermo in 3,8 secondi.