La Fiesta dall’anima verde

Grazie soprattutto all’aerodinamica rivista e al rapporto di trasmissione finale allungato, la compatta Ford Fiesta consuma e inquina davvero poco

La Fiesta dall'anima verde

Tutto su: Ford Fiesta

Design

9.50

Comfort

8.50

Prestazioni

7.50

Consumi

9.00

Prezzo

8.00

VOTO Motori.it: 8.50

Pro

Consumi, finiture, maneggevolezza

Contro

Abitabilità posteriore, regolazione volante limitata

di Valerio Verdone

29 ottobre 2009

Grazie soprattutto all’aerodinamica rivista e al rapporto di trasmissione finale allungato, la compatta Ford Fiesta consuma e inquina davvero poco

Ford Fiesta ECOnetic: l’ecologica

La nuova Ford Fiesta ha riscosso un buon consenso per la linea particolarmente sportiva e dinamica. Adesso in più la Fiesta si propone in una veste tutta verde, ecologica s’intende, identificata dalla sigla ECOnetic. Non si tratta di una versione ibrida, elettrica o ad alimentazione alternativa, bensì di un modello equipaggiato con un normale 1.6 turbodiesel da 90 CV, opportunamente rivisto per consumare meno ed emettere un basso quantitativo di Co2, sotto i 100 g/km.

Esteticamente non si discosta molto dalle altre Fiesta ma ci sono alcune differenze utili a migliorare la resa aerodinamica. La Ford Fiesta ECOnetic è leggermente più bassa e i copricerchi delle ruote sono studiati per migliorare la penetrazione dell’aria. Inoltre, grazie alle piccole ruote da 175/65 R14diminuiscono la resistenza al rotolamento e gli attriti con l’asfalto. Per il resto la linea rispecchia fedelmente quella delle altre versioni, con il frontale caratterizzato dalla grande presa d’aria trepezoidale, i generosi passaruota e il posteriore con i gruppi ottici sviluppati in verticale.

Ford Fiesta ECOnetic: interni pratici e moderni

L’abitacolo della Fiesta ECOnetic ricalca quello delle versioni convenzionali e attira l’attenzione per via di un design moderno. In particolare, spiccano una consolle centrale originale caratterizzata da un display di grandi dimensioni, sotto il quale si trovano subito i comandi dalle generose dimensioni dell’impianto di climatizzazione.

Rifinito con materiali di qualità, l’interno può ospitare 5 persone, ma la larghezza della zona posteriore invita ad accogliere abbastanza comodamente 4 passeggeri. Elegante la grafica della strumentazione con le lancette del contachilometri e del contagiri che richiamano quelle di un cronografo.

A cercare il pelo nell’uovo, delude un po’ il volante, la cui regolazione è un po’ troppo limitata. La leva del cambio si trova invece in posizione ottimale e le infinite regolazioni del sedile consentono di trovare in pochi istanti la giusta posizione di guida anche per le taglie forti.

Ford Fiesta ECOnetic: guida rilassata per consumare meno

Premessa: al volante di un’auto nata per risparmiare carburante si consiglia di adottare uno stile di guida tranquillo, ovvero sfruttare al massimo la coppia motrice senza ricercare le prestazioni.

Se condotta per quello che è nata, cioè contenere al massimo i consumi, la Fiesta ECOnetic, grazie a un rapporto di trasmissione finale allungato e all’utilizzo di lubrificanti speciali, permette di consumare addirittura 160 litri di carburante in meno ogni 20.000 km rispetto alla versione 1.6 TDCi da cui deriva, almeno stando ai dati comunicati dal costruttore.

Tutto questo senza mortificare le prestazioni: per raggiungere 100 km/h occorrono 12,3 secondi, la velocità massima sfiora 180 km/h, 178 km/h per l’esattezza. Si tratta di buoni valori, per la media del segmento. In altre parole, all’atto pratico la Fiesta ECOnetic offre una adeguata riserva di potenza per sorpassare senza troppe incertezze.

Per consumare il meno possibile, una spia suggerisce quando cambiare marcia e invita chi guida a viaggiare in maniera rilassata. Presto in concessionaria, la Fiesta Econetic si rivolge agli automobilisti attenti al risparmio che non vogliono rinunciare alle qualità del motore turbodiesel e cercano una vettura tra le più moderne.

Fotografie a cura di Angelo Urbano