Mini Cooper D Clubman: la prova su strada

La Clubman D è una Mini con tanto spazio in più per i passeggeri e per i bagagli che si rivela anche divertente su strada e parca nei consumi.

Mini Cooper D Clubman

  • Design7,50
  • Comfort8,00
  • Prestazioni8,00
  • Consumi8,50
  • Prezzo6,50
  • Pro Piacere di guida, consumi ridotti
  • Contro Prezzo elevato
  • Voto Motori.it: 7,70

Mini Cooper D Clubman: la prova su strada

Altre foto »

In questi anni la Mini ha avuto successo grazie alle sue forme retrò, all'innegabile fascino British e al comportamento su strada in stile go-kart. Il suo limite principale è sempre stato l'abitabilità interna, un limite che viene superato a bordo della Mini Clubman, una wagon in miniatura che offre più spazio senza rinunciare al tipico feeling di guida della Casa inglese. Abbiamo provato la Cooper D, quella equipaggiata con il 1.6 diesel da 112 CV che risulta divertente e poco assetata. 

>> Guarda le immagini della Mini Cooper D in prova

Esterni: una wagon come poche

Non si può dire che la Mini Clubman sia una station wagon vera e propria, mancano le porte posteriori, anche se poi c'è la possibilità di usufruire di una piccola portiera che si apre dall'interno per facilitare la discesa a bordo strada dei passeggeri posteriori. Quindi possiamo affermare che, per quanto riguarda le porte asimmetriche, ha anticipato i tempi rispetto alla Hyundai Veloster. Nella vista anteriore rimane la Mini di sempre, compatta, gradevole, e alla moda, ma nella fiancata cambia qualcosa, il passo cresciuto di 8 cm e la lunghezza complessiva giunta a 3,96 m, la rendono differente, forse meno proporzionata della sorella classica, ma decisamente originale. Anche l'altezza è cresciuta di 2 cm e questo particolare si nota nel colpo d'occhio generale. La vista più interessante è decisamente quella posteriore, caratterizzata dalle due portiere che consentono di accedere al bagagliaio.

Interni: un salotto in miniatura

La Clubman è una Mini a tutti gli effetti e l'abitacolo lo dimostra con il grande quadrante centrale a tutto tondo che riporta le informazioni più disparate, dalla velocità alle mappe del navigatore satellitare. Ci vuole poco per prendere dimestichezza con i comandi e con il computer di bordo che consente di visualizzare utili indicazioni sopra il volante. La plancia è identica a quella delle altre mini a tre porte, ma dietro cambia qualcosa: c'è più spazio per le gambe e in quattro si viaggia veramente comodi. La "mini portiera" che si apre dall'interno inoltre, è veramente comoda quando arriva il momento di scendere, e la vivibilità ne guadagna in maniera importante. Anche il bagagliaio con 100 litri in più consente di trasportare valigie e oggetti più ingombranti, certo, non è quello di una wagon convenzionale o quello di una MPV, ma per una Mini basta e avanza. Insomma, grazie al passo di cresciuto di 8 cm e allo spazio ulteriore nella zona bagagli, la Clubman offre una versatilità d'utilizzo che si avvicina molto a quella di una vettura di dimensioni superiori.

Su strada: divertente e precisa

Se pensate che l'aumento delle dimensioni abbia mutato il comportamento dinamico della Mini, allora siete completamente fuoristrada. Infatti, la Clubman non ha niente da invidiare alla sorella a tre porte per quanto riguarda l'inserimento in curva e la vivacità sul misto, semmai, l'aumento del passo le ha consentito di guadagnare un filo di stabilità in più, senza inficiare il suo dinamismo. Insomma, al volante della Clubman ci si dimentica di essere alla guida di una piccola wagon, e al primo tratto di strada tutte curve il viaggio prende una piega divertente. Oltre tutto, il 1.6 diesel da 112 CV si sposa alla perfezione con questa Mini cresciuta e garantisce riprese rapide e prestazioni di tutto rispetto. Per toccare i 100 km/h bastano poco più di 10 secondi e la velocità massima sfiora i 200 km/h, tutto questo senza chiedere troppo al portafogli, visto che guidando normalmente i 17 km/l sono alla portata di tutti. Piacevole e preciso lo sterzo, rapido e privo d'indecisioni il cambio manuale a 6 marce; grazie al turbo questa Mini invoglia a guidare e non interpreta certo il ruolo di paciosa wagon alla moda.

Prezzo: a partire da 23.600 euro

La Mini Cooper D Clubman costa esattamente 1.850 euro in più della Mini Cooper D, 23.600 euro per la precisione, ma se avete intenzione di metter su famiglia, o se siete abituati a viaggiare spesso in quattro persone, sarete ripagati ampiamente da questo investimento. Per il resto, valgono le stesse considerazioni di tutte le Mini, perciò occhio agli optional e attenzione a scegliere gli accessori perché il listino potrebbe lievitare facilmente. D'altra parte, le Mini sono come un vestito da personalizzare e gli accessori sono importanti quando si vuole essere glamour...

Se vuoi aggiornamenti su MINI MINI inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Valerio Verdone | 11 giugno 2013

Altro su MINI MINI

Nuova Mini 5 porte: le immagini ufficiali
Anteprime

Nuova Mini 5 porte: le immagini ufficiali

Due porte in più per la "piccola" di Oxford, che si prepara al raddoppio in pochi mesi delle proposte in listino. Due versioni benzina, due a gasolio.

Mini Cooper S by Camshaft: tuning da 240 CV
Tuning

Mini Cooper S by Camshaft: tuning da 240 CV

Pochi ma buoni gli interventi operati dalla tedesca Cam Shaft su Mini Cooper S: centralina, filtro aria, scarico. E il car wrapping per l'estetica.

Nuova Mini 2014, presentata la linea di accessori
Anteprime

Nuova Mini 2014, presentata la linea di accessori

La terza generazione della Mini arricchisce la propria offerta con una nuova linea di accessori in grado di rendere ancora più esclusiva la vettura.