Ci risiamo: richiamo per 1,3 milioni di Toyota

Stavolta il difetto è al tubo della benzina, alcuni modelli venduti in Usa e Giappone devono essere riparati. "Nessun problema per la sicurezza"

Toyota ha reso noto  che è in corso la riparazione di 1,3 milioni di veicoli tra America del nord e Giappone per un difetto al tubo della benzina. La casa nipponica si è resa conto (meno male) che tale condotto può logorarsi anzitempo e provocare pericolose perdite di carburante, anche se dal quartier generale si minimizza questo rischio.

Il difetto riguarda alcune serie dei modelli Avalon, Camry, RAV4 e Lexus ES 350 venduti negli Stati Uniti e l'Harrier e l'Estima in Giappone.

"E' quella che noi chiamiamo una campagna di servizio", ha detto un portavoce di Toyota, Mieko Iwasaki, secondo il quale non si tratta di un richiamo obbligatorio, poiché il difetto non comporta alcun rischio per la sicurezza. "Procediamo alle riparazioni gradualmente, inviando comunicazioni ai proprietari e alle concessionarie".

La campagna di riparazioni, lanciata in ottobre, si svolgerà in quattro fasi. Fino a oggi, un totale di 979.000 veicoli (934.000 negli Stati Uniti e 45.000 in Giappone) sono già stati riparati o stanno per esserlo. I restanti 3-400.000 saranno sistemati nel corso della quarta e ultima fase.

Se vuoi aggiornamenti su TOYOTA inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Andrea Barbieri Carones | 02 marzo 2010

Altro su Toyota

Toyota Camry: un teaser anticipa la prossima generazione
Anteprime

Toyota Camry: un teaser anticipa la prossima generazione

La nuova generazione della world car Toyota Camry abbraccerà uno stile più dinamico e sportivo.

Toyota C-HR, elogio della personalità
Ultimi arrivi

Toyota C-HR, elogio della personalità

Estetica "da prototipo", doppia motorizzazione che strizza l’occhio all’ibrido e trazione integrale. La crossover-coupé giapponese sguinzaglia le proprie armi con doti dinamiche sorprendenti.

Toyota: nel 2020 una nuova gamma elettrica extended range?
Ecologiche

Toyota: nel 2020 una nuova gamma elettrica extended range?

Rumors dal Web indicano che il colosso giapponese svilupperà, in tempo per le Olimpiadi di Tokyo, una gamma zero emissioni ad autonomia elevata.