Nuova MINI Connected App: rinnovata nelle funzioni

La nuova MINI Connected App sarà disponibile da metà agosto: in arrivo un aggiornamento nelle possibilità di interfaccia e nelle funzionalità.

Nuova MINI Connected App: rinnovata nelle funzioni

di Francesco Giorgi

05 agosto 2015

La nuova MINI Connected App sarà disponibile da metà agosto: in arrivo un aggiornamento nelle possibilità di interfaccia e nelle funzionalità.

Nuove funzioni per tenere sempre sotto controllo i parametri della vettura, insieme a una interfaccia evoluta: ecco, in sintesi, la carta d’identità della nuova MINI Connected App, che potrà essere scaricata a partire da metà agosto. Rispetto all’attuale App, sviluppata nel 2010, la rinnovata App per MINI presenta una serie di funzionalità aggiornate. Più nel dettaglio, indicano i tecnici di Oxford in queste ore, è da segnalare la funzione “Streetwise“, creata per fornire all’utente una programmazione dei tragitti ancora più precisa, grazie alla possibilità di visualizzare sul proprio smartphone il viaggio (tempi di percorrenza, distanze); la funzione consente di rendere sempre più precisa la ricerca online, il controllo dello stato della vettura, offre una nuova strumentazione – mediante l’indicazione dei valori prestazionali – e l’intensità e direzione delle accelerazioni in curva attraverso il “Force Meter“.

E’ proprio “MINI Streetwise” la novità di rilievo della rinnovata MINI Connected App: sviluppata per offrire funzionalità ampliate nella navigazione, la App registra le condizioni di guida e procede a un’analisi dei dati, in modo da fornire all’automobilista una panoramica del proprio comportamento al volante: tempi di guida, veolocità medie, consumi. Dallo studio di questi dati, la App è in grado, quando si pianifica un viaggio dalla strumentazione di bordo o dal proprio device portatile, di suggerire la possibilità di percorsi alternativi; in questo modo, all’automobilista vengono offerte nuove possibilità di impiego della App.

Si segnala, inoltre, la possibilità di controllo da remoto di alcuni dati della vettura (livello carburante e autonomia residua, posizione dell’auto); in più, la funzione di ricerca online consente il reperimento di indirizzi e luoghi di interesse e, conseguentemente, inviarne l’ubicazione al sistema di navigazione, in modo da ottenere in anticipo la preparazione del percorso da seguire.