Toyota TNGA, nuova piattaforma globale

Grazie alla nuova piattaforma destinata alla metà delle vetture prodotte, Toyota ridurrà i costi del 30% e realizzerà nuovi modelli “emozionali”.

Toyota TNGA, nuova piattaforma globale

Tutto su: Toyota

di Simonluca Pini

11 aprile 2012

Grazie alla nuova piattaforma destinata alla metà delle vetture prodotte, Toyota ridurrà i costi del 30% e realizzerà nuovi modelli “emozionali”.

Toyota ha presentato la nuova piattaforma TNGA. Acronimo di “Toyota New Global Architecture”, la nuova architettura a trazione anteriore è destinata circa la metà delle vetture future prodotte a livello mondiale ogni anno. Nata con l’obiettivo di ridurre i tempi di progettazione dei nuovi modelli e abbattere di circa il 30% i costi di sviluppo, migliorando al tempo stesso il piacere di guida, la nuova piattaforma TNGA è la risposta giapponese alle architetture MQB del gruppo Volkswagen e MFA di Mercedes.

Come confermato dall’amministratore delegato Akio Toyoda, l’arrivo della nuova piattaforma coinciderà la con la realizzazione di vetture più “affascinanti”. La maggior condivisione di componenti tra i vari modelli permetterà ai tecnici una maggiore libertà sul design, concentrando i propri sforzi non solo sulla qualità del prodotto (punto di forza dei modelli Toyota) ma anche sulle emozioni trasmesse alla clientela.

Lo sviluppo di automobili dallo stile “passionale” come la nuova Toyota GT 86 deriverà anche dalla riduzione delle persone coinvolte nei singoli progetti e più potere decisionale ai responsabili di prodotto, diretti dal chief design Tokuo Fukuichi. Grazie al nuovo corso stilistico il colosso giapponese punta a mantenere la posizione di leadership nel panorama automobilistico mondiale.