Salone di Ginevra 2017: i nuovi Pirelli colorato e Connesso

Dall’esperienza in F1 gli pneumatici in diversi colori; per la sicurezza di marcia, il sensore che comunica con il cloud Pirelli e la App.

Salone di Ginevra 2017: i nuovi Pirelli colorato e Connesso

di Francesco Giorgi

09 marzo 2017

Dall’esperienza in F1 gli pneumatici in diversi colori; per la sicurezza di marcia, il sensore che comunica con il cloud Pirelli e la App.

Al Salone di Ginevra 2017 arriva la gomma “intelligente”. Si tratta di un doppio debutto. Nel dettaglio: l’edizione colorata degli pneumatici Pirelli PZero e Winter Sottozero; e Pirelli Connesso. Entrambe le novità saranno disponibili per le coperture alto di gamma “Prestige” da 19″ in su: in un primo momento oltre Atlantico (nord America), dove il debutto sul mercato è atteso per la prossima estate. Successivamente, saràla volta di Europa e Italia.

La tecnologia di pneumatico intelligente e colorato messa a punto da Pirelli fa parte della strategia “Tailor Made”, che si prefigge quale obiettivo principale lo sviluppo di tipologie di [glossario:pneumatico] realizzate “su misura”, vale a dire in base alle esigenze del cliente in risposta alle necessità di sicurezza, prestazioni e attenzione a consumi ed emissioni.

Gomme colorate dalla tecnologia F1

Pirelli Pzero e Winter Sottozero “colorati” sono stati sviluppati dai tecnici del colosso della gomma attraverso lo studio e il successivo impiego di sostanze e materiali dedicati, oltre alle successive protezioni, per offrire agli appassionati di vetture ad elevate prestazioni (finora, il campo d’azione della nuova tecnologia è questo) nuove ulteriori possibilità di personalizzazione mediante una gamma di nuance brillanti e che, soprattutto, siano in grado di resistere nel tempo.

Quattro, finora, le colorazioni – base proposte: rosso, giallo, bianco, argento (e che possono essere osservate, al Salone di Ginevra, presso lo stand Pirelli ma anche a bordo di alcuni modelli di vetture in esposizione); più avanti se ne aggiungeranno nuove varietà, anche su ordinazione. La tecnologia di colorazione degli pneumatici deriva dall’expertise che il Gruppo della Bicocca ha maturato in cinque stagioni del mondiale di F1, dove gli pneumatici colorati trovano impiego dal 2011.

Gli pneumatici parlano con vettura e conducente

Altrettanto interessante, anzi: ancora più… “smart”  è il progetto Pirelli Connesso, anch’esso impiegato su Pirelli PZero e Winter Sottozero, in edizione “nera” o “colorata”. La tecnologia, in questo caso, si concretizza mediante l’adozione di un sensore – collocato nel fianco interno della gomma – che comunica con il cloud Pirelli e viene controllato da una App specifica sviluppata per l’automobilista.

Compito del sensore (del peso di pochi grammi: non influisce in alcun modo sulle prestazioni dello pneumatico) è il monitoraggio continuo delle condizioni della gomma relativa, e la trasmissione dei dati verso la centralina vettura e, appunto, il cloud Pirelli.  Tecnicamente, attraverso l’attivazione del sensore, si attiva un “libro mastro” che racconta il ciclo di vita del singolo pneumatico: codice identificativo, entrata in servizio, fine del ciclo di vita. In mezzo, rilevazioni costanti su pressione e temperatura, carico verticale statico, usura progressiva, chilometraggio. Più avanti, il sistema riconoscerà anche l’indicazione della percorrenza residua, e funzionerà da manometro digitale durante il gonfiaggio per la visualizzazione dell’esatta e reale pressione.