Formula 1, Monza addio?

Lo storico Gran Premio a forte rischio cancellazione. Sticchi Damiani: "Non resta che aspettare la decisione su imola"

Una bruttissima notizia per tutti gli appassionati di motori: lo storico Gran Premio di Monza rischia più che mai la cancellazione dal calendario di Formula 1.

La decisione pare sia fortemente voluta da Bernie Ecclestone, che con i vertici della Sias, la società che gestisce l'autodromo, non ha mai avuto un rapporto molto facile, per dirla con un eufemismo.

Ecclestone non ha mai visto di buon occhio l'autodromo lombardo, ed ha colto la palla al balzo per tagliare fuori Monza dai circuiti di Formula 1 nel momento in cui Andrea Dell'Orto, il presidente Sias, ha deciso di dare il via libera a ristrutturazioni che servissero ad ospitare gare di superbike. Ecclestone si è sempre battuto affinché i due campionati, Formula 1 e superbike, fossero divisi in maniera netta e che non condividessero neanche le stesse tappe.

Il presidente dell'Aci, Angelo Sticchi Damiani, ha dichiarato sconsolato a Il Fatto Quotidiano: "purtroppo hanno vinto i personalismi, non ci sono più margini per trattare. Ora speriamo nel circuito di Imola, perché quello del Mugello ha qualche problema a livello di infrastrutture esterne, come strade di accesso e parcheggi". "Sia Imola che il Mugello sono altra cosa rispetto a Monza, ma tra il poco ed il niente, meglio il poco", ha concluso Sticchi Damiani.

 

 

 

Se vuoi aggiornamenti su FORMULA 1, MONZA ADDIO? inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Giuseppe Catino | 21 marzo 2016

Vedi anche

Adam Carolla mette in vendita la sua collezione di rarissime Lamborghini

Adam Carolla mette in vendita la sua collezione di rarissime Lamborghini

L'attore e doppiatore statunitense manda sul mercato vetture dal valore complessivo di circa 4 milioni e mezzo di dollari

Matteo Renzi al volante della Lamborghini Huracán LP610

Matteo Renzi al volante della Lamborghini Huracán LP610

Il presidente del consiglio in visita allo stabilimento di Sant'Agata Bolognese

Ferrari F40: prima il restauro, poi le fiamme

Ferrari F40: prima il restauro, poi le fiamme

Incendio per il gioiello di Maranello del 1987: colpa di una autocombustione che si è generata nel vano motore