I vigili che facevano pagare ai ragazzini le multe di altri

A Palermo quattro vigili accusati a vario titolo di falso e abuso di ufficio

"Mi togli la multa?" e loro, un commissario e tre agenti della Polizia municipale di Palermo, accontentavano i loro amici facendo pagare le sanzioni ad ignari ragazzini.
Francesco D'Antoni (il commissario), Rosalia D'Alessandro, Laura Petrolà e Manuela Rita Bannò fermavano adolescenti che viaggiavano a bordo di scooter, sottolineando loro la gravità delle infrazioni.

"Ci sarebbe il sequestro del mezzo ed una multa da centinaia di euro. Per questa volta, però, te la cavi pagando questo bollettino da 39 euro", era il leit motiv imposto dagli agenti.

I ragazzi, intimoriti dalla minaccia di una multa ancora più salata, pagavano immediatamente (come richiesto dai vigili, che tenevano il mezzo in ‘ostaggio' fin quando non gli veniva mostrato il pagamento del bollettino) le sanzioni, che in realtà appartenevano a qualcun altro.

Il gioco è durato fin quando una delle vittime del ricatto non ha denunciato l'episodio.
C'era un sistema per non pagare le multe creato ad arte dai quattro indagati" spiegano dal comando di via Dogali "In molti sapevano che D'Antoni era in grado di far sparire le contravvenzioni. Consegnavano al commissario le multe che poi venivano pagate dai ragazzini terrorizzati dai controlli stradale".

"Sceglievano con cura le vittime a cui far pagare le contravvenzioni prese dai loro amici, tutti giovani che pur di non vedersi sequestrare il mezzo accettavano di pagare la piccola sanzione", sostiene la Procura.

Due giorni fa c'è stata l'udienza preliminare del processo, il comune di Palermo si è costituito parte civile.

Se vuoi aggiornamenti su I VIGILI CHE FACEVANO PAGARE AI RAGAZZINI LE MULTE DI ALTRI inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Giuseppe Catino | 26 febbraio 2016

Vedi anche

Una Ferrari 275 GTB/4 del 1967

Una Ferrari 275 GTB/4 del 1967

L'esemplare del Cavallino Rampante potrà essere acquistato durante una seduta del 5 giugno

Paura durante la gara del CEV Moto2: esplosione in pista

Paura durante la gara del CEV Moto2: esplosione in pista

Incidente per Xavi Cardelus, la sua moto perde il serbatoio che va a fuoco tra i piloti che stavano sopraggiungendo

Ferrari 365 GT4 BB: l

Ferrari 365 GT4 BB: l'auto che il Drake non voleva costruire

La storia della prima Ferrari con motore 12 cilindri in posizione centrale.