Ma chi può battere le Citroen?

Le Citroen si confermano le vetture da battere anche in questo inizio di stagione 2015.

Ma chi può battere le Citroen?

di Leopoldo Canetoli

10 marzo 2015

Le Citroen si confermano le vetture da battere anche in questo inizio di stagione 2015.

Da sempre la grande marca francese (a differenza di altre, leggi Peugeot, che hanno pagato duramente la scelta) ha resistito alla chimera della Formula 1 confermando che lo sport interessa se combattuto con berline di serie… Lo ha fatto per anni, dominando nel mondiale rally, e continua a farlo ora nel Mondiale Turismo, appena iniziato, dopo i successi del 2014.

Si era subito visto, dai test di Barcellona, che in casa Citroen avevano lavorato bene, tra l’altro allevando una buona serie di piloti ufficiali, dal “mostro” Leob, pluricampione rally, all’astro emergente il sudamericano Lopez.

Così è stato nella prima prova dell’anno, sul piccolo tracciato di Termas del Hondo, dove Lopez ha subito staccato la pole position e si è aggiudicato la prima gara, relegando alle sue spalle il “famelico” Loeb che poi si è rifatto in gara due risalendo dell’ottavo al primo posto.

Risultato Citroen quindi una tripletta in gara uno e una doppietta in gara due. Avversari per il momento nessuno anche se, da italiani, seguiamo con interesse i miglioramenti delle Honda del team Jas condotto dall’ing. Mariani.

Le Honda Civic sono apparse come le uniche possibili antagoniste, con un Monteiro sul podio in gara uno, e un’inossidabile Tarquini sempre alle sue spalle. Il “cinghio” da buon abruzzese sembra migliorare invecchiando come certi vini di pregio. Più lontane le Cruze che non godono di aggiornamenti, ancora non all’altezza del lotto le russe Lada.

Come si vede non è cambiato niente nel Mondiale Turismo. Cercasi concorrente in grado di battere le Citroen!

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...