24 Ore di Le Mans: vittoria alla Peugeot 908 HDi

Peugeot trionfa con Wurz, Gené e Brabham. Audi terza. Porsche si consola nella LM P2. Vittoria (annunciata) Corvette in GT1 e dominio Ferrari in GT2

Vittoria "multinazionale" per l'armata Peugeot alla 77esima edizione della 24 Ore di Le Mans, con il tedesco Alexander Wurz, lo spagnolo Marc Gené e l'inglese David Brabham a dividere l'abitacolo della 908 HDi vittoriosa alla Sarthe. E questa è solo una delle notizie con le quali si potrebbe "aprire" il servizio su Le Mans 2009, che va in archivio con un attivo di episodi come non se ne vedeva da tempo.

In effetti, il successo del Marchio del Leone e della coupé a gasolio di Wurz, Gené e Brabham è stato "facile": l'equipaggio ha condotto le 24 ore di gara "sul velluto", senza il minimo problema, senza la minima incertezza, a differenza - va detto - delle altre 908 giunte al traguardo, alle spalle della Peugeot vincitrice: Montagny-Bourdais-Sarrazin, partiti in pole position, hanno avuto una gara un po' più tribolata (dunque in sintonia con le tradizionali incertezze della "lotteria" della 24 Ore).

Un problema ai freni ha costretto Sarrazin a una lunga sosta ai box, nella sesta ora, per un intervento al disco posteriore destro; da segnalare, poi l'incidente, alla prima ora di gara, con la Peugeot gestita dalla squadra di Henri Pescarolo che ha costretto Lamy al volante della terza 908 a rientrare ai box per sostituire tutta la parte anteriore della vettura; gran lavoro dei meccanici ma gara da ricominciare daccapo dalle ultime posizioni.

Nessun problema, come si diceva, per la 908 di Wurz, Gené e David Brabham, autori di una gara-capolavoro: media sul giro regolare, l'equipaggio ha tenuto un "passo" costante, nemmeno elevatissimo, che ha recato con sé il vantaggio di risparmiare la meccanica e di non sovraccaricare la tensione psico-fisica dei tre piloti.

Una tattica vincente, è il caso di dire. Ciò che proprio non è stato per Audi, campione di harakiri: la Casa dei Quattro Anelli, arrivata a Le Mans con i numeri più bassi sulle fiancate (merito della vittoria di Capello e McNish del 2008) aveva - d'accordo - il difficile compito di confermare i successi ottenuti nelle ultime edizioni della 24 Ore. E però, si direbbe che la R15 al debutto sulla Sarthe sia stata buttata allo sbaraglio nella mischia.

Altro su Peugeot

Peugeot Instinct Concept: guida autonoma al Salone di Ginevra
Concept

Peugeot Instinct Concept: guida autonoma al Salone di Ginevra

Inedito prototipo di berlina sportiva Shooting Brake a propulsione ibrida plug – in e possibilità di guida autonoma: la vedremo a Ginevra.

Nuova Peugeot 5008: tanto spazio e praticità
Ultimi arrivi

Nuova Peugeot 5008: tanto spazio e praticità

Forte di un'abitacolo modulare e dotato di sette posti, la nuova Peugeot 5008 può contare anche su tanta tecnologia e motori fino a 180 CV.

Peugeot Partner Tepee Electric: versatilità ecosostenibile
Ecologiche

Peugeot Partner Tepee Electric: versatilità ecosostenibile

Il nuovo MPV 100% elettrico di Casa Peugepot offre versatilità e capacità di carico ai vertici e costi di gestione e manutenzione molto ridotti.