Veicoli commerciali: una timida ripresa

Lo annuncia il rapporto mensile della Acea. Mercato ancora lontano dai volumi di maggio 2008, ma ci sono timidi segnali di crescita

Se il settore dell'auto, a maggio, ha subito un contraccolpo (particolarmente sentito in Italia, con un calo di immatricolazioni del 13,79% rispetto allo stesso mese del 2009), in Europa le immatricolazioni di veicoli commerciali hanno registrato il segno positivo: l'incremento del "nuovo", infatti, è stato del 7,7% (riferito, sempre, a maggio 2009).

Lo ha comunicato in questi giorni il rapporto mensile effettuato dalla Acea, Associazione europea dei Costruttori, che porta una piccola boccata d'ossigeno al difficile periodo attraversato dal settore dei veicoli commerciali.

Nel report, del resto, viene evidenziato come le 143.990 nuove immatricolazioni registrate siano ben lontane dai dati di maggio 2008. Rispetto a quest'ultimo periodo, infatti, il calo è stato del 34,6%.

Fra le tipologie di veicoli, i risultati migliori sono stati riportati dai derivati delle auto, con un aumento del 9,4%. In discesa, invece, le immatricolazioni di autocarri oltre i 35 quintali e degli autobus.

I dati relativi all'Italia evidenziano un aumento del 2,4% (16.315 nuove immatricolazioni). Risultato positivo (+15,1%) anche per la Germania. In calo il marcato francese, che ha accusato un ribasso del 3,5%.

Se vuoi aggiornamenti su VEICOLI COMMERCIALI: UNA TIMIDA RIPRESA inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Giorgi | 25 giugno 2010

Vedi anche

Mercato Europa: a gennaio +10,1%, bene FCA

Mercato Europa: a gennaio +10,1%, bene FCA

Il mercato auto europeo inizia molto bene il 2017, portando una crescita a due zeri alla maggior parte dei Gruppi automobilistici.

Psa interessata all

Psa interessata all'acquisizione di Opel?

Il Gruppo francese (Peugeot, DS, Citroen) potrebbe trattare con General Motors per rilevare Opel.

Alfa Romeo Giulia Sportwagon: cancellata la produzione

Alfa Romeo Giulia Sportwagon: cancellata la produzione

I dirigenti Alfa hanno bocciato la Giulia Sportwagon, che quindi non arriverà mai sul mercato. Il marchio punta sul nuovo SUV Stelvio.