Il mercato tiene, ma Unrae prevede un calo

Vanno bene Gran Bretagna, Francia, Spagna. La Germania però risente parecchio della fine degli incentivi

In Europa, il settore dell'auto ha concluso il primo trimestre 2010 in attivo, con un totale di 3 milioni 767.000 immatricolazioni (1.676.427 gli autoveicoli immatricolati a marzo, che si è concluso con + 11,1%).

I principali mercati nazionali (Francia, Gran Bretagna, Spagna, Germania e Italia) sono andati, nel complesso, bene. Tuttavia, secondo i dirigenti UNRAE (l'Associazione che raggruppa i rappresentanti delle Case estere), l'inizio di Aprile in Italia ha evidenziato un basso livello degli ordini: "Da questo mese in poi, anche nel nostro Paese inizieranno a registrare dati negativi - dichiara Gianni Filipponi, Direttore Generale UNRAE - Fino al mese scorso, le immatricolazioni hanno riguardato anche auto ordinate prima dello scorso 31 Dicembre, quando gli incentivi erano ancora in vigore".

Gran Bretagna. Oltremanica, si è avuto il più alto numero di immatricolazioni d'Europa: a marzo, infatti, gli autoveicoli nuovi sono stati 397.383 (con una crescita del 26,6%), e 611.548 nel primo trimestre (+27,3%). Un risultato che va visto, in larga parte, con l'ultimo periodo di incentivi governativi alla rottamazione, terminato con la fine di marzo e che ha riguardato il 12,2% delle immatricolazioni di marzo e il 14,4% del trimestre.

Nel complesso, gli acquisti di autoveicoli nuovi hanno evidenziato una crescita del 33,5% a marzo e del 37,8% nel primo trimestre. La società di analisi e proiezioni economico-finanziarie Global Insight prevede che, nel 2010, il mercato dell'auto in Gran Bretagna totalizzerà 1 milione 850.000 vendite, con un calo del 7,3%.

Francia. Momento positivo anche oltralpe. Il mese scorso, l'incremento delle immatricolazioni è stato del 17,9% (242.707 immatricolazioni), e del 17% nel trimestre appena concluso (594.000 gli autoveicoli targati). E questo, nonostante la riduzione dei bonus a 700 euro, decisa dal Governo.

In Francia, a farla da padrone sono le vetture a basse emissioni di CO2 (quelle con valori fino a 125 g/km sono passate dal 39% della fine del 2008 all'attuale 50,6%, a discapito delle auto che emettono più di 155 g/km, calate dal 21,5% del 2008 al 9,4% dei primi tre mesi di quest'anno). La proiezione alla fine del 2010, secondo Global Insight, indica per la Francia un calo globale dell'8,6%, con 2 milioni 80.000 nuove immatricolazioni.

Spagna. E' la nazione nella quale si è registrato l'aumento percentuale più consistente: 63,1% a marzo rispetto allo stesso mese del 2009; nei primi tre mesi dell'anno, la crescita è stata del 44,5% (286.000 le vetture immatricolate). Questo risultato, spiegano i dirigenti dell'Associazione dei Costruttori spagnoli, è stato anche permesso dal piano di incentivi che ha aiutato 140.000 nuove immatricolazioni.

Germania. Il Paese ha risentito del termine degli incentivi alla rottamazione: a marzo, il calo delle immatricolazioni è stato del 26,6%, mentre nel trimestre la diminuzione è stata del 22,8%. Per i prossimi tre mesi, spiegano le Associazioni dei Costruttori tedeschi, questo calo è destinato a proseguire. Per la fine dell'anno, si prevede una riduzione sulle nuove immatricolazioni di un milione di unità.

"Per il futuro - indica Filipponi - prevediamo un calo dal 20 al 30 per cento nelle immatricolazioni e nelle ordinazioni, con prospettive difficili anche per le reti di vendita: potranno essere a rischio 15 mila posti di lavoro fra i venditori e gli addetti all'assistenza".

Se vuoi aggiornamenti su IL MERCATO TIENE, MA UNRAE PREVEDE UN CALO inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Giorgi | 16 aprile 2010

Vedi anche

Car of the Year 2017: ecco le auto finaliste

Car of the Year 2017: ecco le auto finaliste

La Giulia tra le 7 finaliste del prestigioso concorso.

Alfa Romeo: 1.800 nuove assunzioni entro il 2018

Alfa Romeo: 1.800 nuove assunzioni entro il 2018

Il Gruppo FCA ha annunciato 1.800 nuovi posti di lavoro nello stabilimento di Cassino per la produzione della Stelvio.

Be-Free: il noleggio per privati anche su Fiat 500X

Be-Free: il noleggio per privati anche su Fiat 500X

A un mese dal via (e 1.000 ordinazioni già ricevute) la formula Be-Free di noleggio a lungo termine all inclusive si alarga a Fiat 500X.